acquisti online selligent osservatorio globale

Un mondo nuovo, con nuove priorità per i consumatori
Selligent pubblica la nuova edizione del suo Osservatorio globale, per scoprire come è cambiato il mondo dopo la pandemia

3 min


La pandemia è stato un punto di svolta per il mondo. Non è difficile rendersi conto che la società che sta per entrare nel 2021 sia molto diversa da quella che ha iniziato il 2020: dallo smart working all’aumento degli acquisti online alle trasformazioni nella fruizione dell’intrattenimento, non è difficile notare quanto le abitudini siano cambiate in maniera, almeno in parte, definitiva. Più complicato è invece quantificare questi cambiamenti e capire più chiaramente il quadro delle nuove priorità. È anche a questo che può servire la nuova edizione dell’Osservatorio globale di Selligent sulle abitudini dei consumatori.

Il mondo è cambiato, ma come?

acquisti online selligent osservatorio globaleUno dei primi aspetti che vale la pena analizzare di questo report (che potete scaricare integralmente qui) è il nuovo assetto lavorativo che dipinge. Lo studio, che ha coinvolto 5.000 persone da Nord America e Unione Europea lo scorso luglio, parte con un dato preoccupante. Il 75% degli intervistati infatti sostiene di aver avuto un impatto negativo sul reddito a causa della pandemia. Ciononostante, c’è ottimismo, con l’82% fiducioso in un ritorno all’equilibrio nel breve periodo.

La tendenza che sembra invece essersi affermata in maniera semi-definitiva è lo smart working. L’idea del lavoro a distanza è stato uno dei grandi temi del 2020 e non è destinata a sparire a breve, secondo il pubblico. Globalmente si parla di un 58% di persone che vedono questo metodo di operatività come il futuro, ma ancora più interessante è vedere che questa concezione cresce al calare della fascia d’età.

Chi ha tra i 55 e i 75 anni non crede particolarmente in questa via: solo il 37% degli intervistati ha delle alte aspettative in merito. Viceversa, per le fasce 18-24 e 25-35, cioè chi effettivamente sarà coinvolto da questa trasformazione, la percentuale sale al 65% e 66% rispettivamente. Un segnale di come la tendenza sia davvero fortissima e accelerata dagli eventi degli ultimi mesi.

Dove però si notano già grandi cambiamenti destinati a rimanere è negli acquisti, che si spostano sempre più online. In particolare è interessante notare lo ‘scambio’ avvenuto nella frequenza dello shopping online. Se prima era un’abitudine mensile per il 31% dei consumatori e settimanale per il 28%, ora la situazione è ribaltata, con le percentuali passate rispettivamente al 22% e al 36%.

Gli acquisti online sono soprattutto essenziali

Probabilmente questa tendenza è stata conseguenza della necessità di procurarsi determinati beni, trovando però la via più sicura possibile per farlo. Lo conferma il fatto che il 60% degli intervistati ha affermato di aver dato precedenza agli articoli essenziali.

Per il resto, guardando al resto degli acquisti online, si nota soprattutto un desiderio di intrattenimento digitale (24%) e di alcool (18%). Curioso come quest’ultimo sia particolarmente rilevante nel Nord America e nel Regno Unito, dove si attesta intorno al 25%, mentre in Italia si ferma al 13%.

Quello che importa di più è però lo sguardo al futuro. In quest’ottica, i consumatori sembrano sempre più orientati agli acquisti online. A un 28% che dichiara che continuerà a preferire lo shopping digitale, si accompagna un 39% che punterà a un mix tra web e negozi retail. Una tendenza da non sottovalutare, in vista della cosiddetta nuova normalità.

A questo proposito è interessante notare come sempre più persone si stiano preparando allo smart working del futuro o in generale a una vita passata sempre di più in casa. Guardando alle previsioni di acquisto infatti si nota un 13% di intervistati che compreranno prodotti per ufficio nei prossimi mesi, un 12% che migliorerà la propria abitazione, un 14% che investirà in servizi di intrattenimento digitale e una piccola (4%) ma significativa percentuale di partecipanti che acquisterà strumenti e abbonamenti per potersi allenare in casa, rinunciando eventualmente alla palestra in caso di necessità.

Ma quali sono le priorità nelle scelte per gli acquisti online?

acquisti online selligent osservatorio globaleCome si fa quindi a rendere il proprio canale digitale a misura di consumatore? Beh, stando alle risposte degli intervistati in cima alle priorità c’è una politica flessibile sui resi e gli annullamenti. A questa si accompagnano fattori come i protocolli di sicurezza chiaramente spiegati, insieme alla possibilità di ritiro in negozio o comunque con contatti ridotti.

Particolarmente rilevante è l’aspetto della comunicazione. Per il 76% gli avvisi puntuali sullo stato delle consegne sono una priorità importante negli acquisti online, ma non bisogna esagerare. Parlando dei lati più irritanti dei rapporti con i brand, si è evidenziato un 23% che ritiene di ricevere troppi messaggi a riguardo o peggio, non inerenti (26%). C’è poi un 51% che trova fastidioso il fatto che non ci sia risposta in caso di necessità o che questa arrivi con troppo ritardo.

Quello che è importante nel mondo degli acquisti online o offline è che fedeltà fa rima con qualità. Quest’ultimo è il fattore che il 26% indica come il principale per ritornare ad acquistare da un brand, seguito dal prezzo (24%) e dai valori sostenuti dal marchio (15%).

Guardando poi al futuro, cosa si tornerà a fare e cosa no? Nella top 3 delle attività da riprendere nella nuova normalità ci sono gli incontri tra amici (65%), lo shopping retail (61%) e la cura di sé, con il ritorno a parrucchieri e barbieri (59%). I consumatori affermano invece di sentirsi a disagio a tornare in palestra (60%), all’intrattenimento live (60%) e nei luoghi di culto (53%). Insomma, una realtà che potrebbe essere molto diversa nel futuro.

Queste sono solo alcune considerazioni che possono emergere dall’Osservatorio globale di Selligent sulle abitudini dei consumatori. Per saperne di più, potete visitare il sito dedicato e leggere l’analisi completa.

Selligent Marketing Cloud A Complete Guide - 2021 Edition
  • The Art of Service - Selligent Marketing Cloud Publishing (Author)

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.