Adobe Document Cloud si aggiorna. Arrivano così nuove funzionalità pensate per potenziare la produttività delle aziende, soprattutto per quelle che lavorano nel settore finanziario e delle risorse umane.

La prima novità la troviamo in Adobe Sign, che offre un’innovativa opzione di autenticazione dell’utente che utilizza la foto tratta da un documento ufficiale, come patente o passaporto, come forma secondaria di autenticazione sui dispositivi mobili. Come funziona? Semplice: attivate l’opzione, fotografate il documento e attendete l’elaborazione da parte di Adobe Sign. Se il documento viene riconosciuto, viene di conseguenza confermata l’identità dell’utente e gli viene concesso di completare il processo di firma. Tutto questo per garantire un elevatissimo livello di sicurezza e stimolare l’utilizzo della firma elettronica.

Arrivano poi le integrazioni out-of-the-box di Adobe Sign con Microsoft Dynamics 365 for Talent e ServiceNow HR Service Delivery. L’obiettivo è quello di velocizzare i processi documentali e di firma lavorando con i sistemi e le soluzioni che le aziende che si occupano di HR utilizzano già oggi.

Segnaliamo infine il supporto per Microsoft Information Protection (MIP) in Acrobat DC e Acrobat Reader su Windows. Questo consente alle aziende di continuare ad utilizzare gli strumenti Adobe senza comprometterne la sicurezza.


Like it? Share with your friends!

Team di redazione

author-publish-post-icon
L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.