fbpx
NewsScenarioSoluzioni

APAS Assistant: il braccio robotico in pelle che collabora con l’operatore

Il braccio robotico andrà ad assistere l'operatore in totale sicurezza e in modo efficiente

APAS Assistant

Entro il 2025 più della metà delle mansioni lavorative saranno svolte dai robot: a rivelarlo è uno studio condotto dal World Economic Forum, secondo cui il continuo sviluppo tecnologico andrà a trasformare queste macchine in veri e propri alleati. A fare da esempio in questo senso è APAS Assistant, il braccio robotico in pelle ideato per collaborare con l’operatore in totale sicurezza.

Il futuro rappresentato da APAS Assistant

Sempre attiva e al passo con gli sviluppi tecnologici è Bosch Rexroth che, nell’ottica di Fabbrica del Futuro innovativa ed efficiente, ha sviluppato APAS Assistant.

Quest’ultimo è un robot di classe 3 capace di percepire la presenza dell’operatore dai 5 ai 10 cm di distanza, e muoversi con esso all’interno dell’area di lavoro, in totale sicurezza ed efficienza.

Il robot collaborativo rivestito in pelle offrirà tutto il necessario per rendere già da oggi la produzione “in forma per il futuro”, grazie al suo raggio d’azione di 1100 mm e alla portata massima di 10 kg, ideate per permettergli di svolgere in autonomia attività monotone o ergonomicamente sfavorevoli con grande precisione.

A garantire la massima sicurezza è l’innovativa tecnologia di Bosch Rexroth che, nel caso in cui un collaboratore si avvicini troppo al robot, lo porta immediatamente ad arrestarsi, per poi riprendere normalmente l’attività una volta lontano dal collaboratore umano.

Integrabilità agevole e accesso diretto

Utilizzabile in modalità collaborativa nella variante InLinie e Mobile, la collaudata programmazione del robot consentirà di prendere spunto da un know-how già esistente, e di implementare operazioni di handling in tempi
brevissimi.

Questa caratteristica non sarà l’unico vantaggio: l’interfaccia PLC mxAutomation consentirà infatti un’agevole integrazione nell’ambiente di sistema esistente, mentre l’esistenza delle due versioni di unità di controllo IP20 e IP54 darà la possibilità a ogni utente di scegliere dove collocarle.

Come vi sembrano le caratteristiche di APAS Assistant? Pensate che quest’ultimo possa effettivamente fornire un enorme contributo alla produttività di un’azienda?

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker