NewsProdotti

Archos svela Gate Pro, il primo pannello di controllo abilitato AI | CES 2019

Il pioniere francese ha presentato la sua ultima innovazione in ambito AI: scopriamo tutte le caratteristiche del nuovo Gate Pro.

Tra i protagonisti del CES 2019 figura anche Archos, pioniere francese nel campo dell’elettronica di consumo, che si è presentato alla kermesse di Las Vegas per parlarci dei suoi ultimi prodotti.

È il nuovo Gate Pro ad essere al centro dell’attenzione: parliamo di un pannello di controllo che incorpora un gateway PicoWAN e i principali sistemi di connettività (Bluetooth, BLE, Wi-Fi) per permettere alle aziende di raccogliere e archiviare i dati sui propri server privati, ottimizzando i flussi di lavoro. Scopriamo tutte le principali caratteristiche dell’ultima innovazione targata Archos.

Archos Gate Pro: la soluzione dedicata alle aziende

archos gate proStando a uno degli ultimi rapporti di Cisco, entro il 2022 più della metà di tutte le connessioni di rete IP sarà realizzata da dispositivi IoT o M2M, rimpiazzando computer e smartphone. Un segnale che ha spinto piccole e grandi società ad utilizzare reti dedicate a lungo raggio e a basso consumo, onde evitare possibili sovraccarichi delle reti di tipo tradizionale.

Archos decide così di venire incontro alle nuove esigenze delle aziende, realizzando una soluzione che possa consentire la creazione di una rete dedicata, protetta e ad alte prestazioni, supportata dai sistemi di controllo vocale e da pratiche feature di visualizzazione in tempo reale dei dati.

Il punto di forza di GatePro risiede dunque nel già citato gateway PicoWAN integrato: questo trasformerà il device in questione in un vero e proprio centro di controllo per le reti LoRa private, permettendo all’utente di avere il controllo completo dei dati generati dalle altre periferiche connesse – dalla temperatura alle emissioni di CO2. La rete a lungo raggio e basso consumo di PicoWAN incrementerà il livello di sicurezza della rete e ne semplificherà la gestione, senza entrare in contatto con il Wi-Fi.

I vantaggi del gateway PicoWAN

Entrando nel dettaglio, il gateway PicoWAN integrato in Archos Gate Pro potrà garantire le seguenti funzionalità:

  • Una migliore gestione del consumo della batteria degli oggetti, con la possibilità di regolare in tempo reale velocità e potenza della trasmissione del segnale al fine di risparmiare la batteria degli oggetti collegati.
  • Migliore penetrazione del segnale all’interno degli edifici, per ottenere la copertura ottimale per la propria rete IoT.
  • Riconoscimento dei messaggi 100% certificati, i quali verranno riconosciuti automaticamente dal gateway in maniera gratuita e illimitata.
  • Possibilità di aggiungere gateway per creare una rete Star protetta di oggetti connessi a basso costo rispetto alle reti già esistenti.
  • Gestione del sistema dalla A alla Z, al fine di garantire la massima sicurezza dei dati raccolti.

GatePro: caratteristiche aggiuntive e disponibilità

Oltre alle funzionalità appena elencate, il device progettato da Archos permetterà alle aziende di integrare i comandi vocali sviluppati da Nuance all’interno delle loro applicazioni aziendali. GatePro assicurerà inoltre che i dati raccolti vengano archiviati localmente, piuttosto che su server di terze parti.

Grazie alla tecnologia di elaborazione vocale Far Field, Gate Pro può ascoltare ed eseguire comandi vocali anche se situato in un ambiente rumoroso o lontano dall’utente.

Il dispositivo integra una fotocamera da 5 megapixel, due microfoni, un sistema di cancellazione dell’eco acustica e un potente altoparlante: grazie a tali integrazioni, Gate Pro consente di effettuare videochiamate e videoconferenze con qualità video e audio cristalline.

Dopo essere stato presentato ufficialmente al CES 2019 di Las Vegas, il Gate Pro di Archos sarà venduto da Logic Instrument nel corso del primo trimestre del 2019.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker