ARM ha annunciato  il lancio di due processori AI, per la precisione i modelli Arm Cortex-M55 e Arm Ethos-U55 NPU. Quest’ultimo è il primo microNPU (Neural Processing Unit) del settore che può essere abbinato a una CPU Cortex-M e insieme offrono un salto di 480x nelle prestazioni ML dei microcontrollori. Inoltre, l’azienda ha anche annunciato un nuovo IP di Machine Learning che, insieme alla toolchain unificata, offre l’elaborazione ML per miliardi di piccoli dispositivi IoT e embedded con limitazione di potenza.

Il Senior Vice President e General Manager, Automotive and IoT Line of Business di Arm, Dipti Vachani ha dichiarato; “Abilitare l’IA ovunque richiede ai produttori e agli sviluppatori di dispositivi di fornire l’apprendimento automatico a livello locale su miliardi e, infine, trilioni di dispositivi. Con queste aggiunte alla nostra piattaforma AI, nessun dispositivo viene lasciato indietro, poiché la ML sul dispositivo sui dispositivi più piccoli sarà la nuova normalità, liberando il potenziale dell’IA in modo sicuro in una vasta gamma di applicazioni che cambiano la vita”.

ARM

Il Product Manager, TensorFlow Lite per microcontrollori di Google, Ian Nappier, spiega: “Google e Arm hanno collaborato per ottimizzare completamente l’architettura di TensorFlow su quella di Arm, consentendo l’apprendimento automatico su dispositivi incorporati per applicazioni molto limitate dal punto di vista energetico e sensibili ai costi, spesso distribuite senza connettività di rete. Questo nuovo IP di Arm promuove la nostra visione condivisa di miliardi di dispositivi abilitati TensorFlow che utilizzano ML sull’endpoint. Questi dispositivi possono far funzionare modelli di reti neurali a batterie per anni e fornire un’inferenza a bassa latenza direttamente sul dispositivo”.

ARM pensa a dispositivi IoT con Intellegenza artificiale

A causa dell’implementazione del 5G in tutto il mondo, i dispositivi IoT richiedono maggiore intelligenza. Inoltre, l’integrazione di tale intelligenza su un chip riduce la dipendenza dall’ambiente cloud dei dispositivi IoT. Allo stesso tempo, tale innovazione riduce i costi e allo stesso tempo anche le dimensioni dei dispositivi.
Il processore Cortex-M55 con funzionalità AI può essere accoppiato con il processore microNPU di Arm, Ethos-U55 per soddisfare i complessi sistemi ML. Cortex-M55 ed Ethos-U55 supportano entrambi la toolchain software di Cortex-M. Questi due processori funzionano anche con Arm TrustZone per una sicurezza completa e migliorata da sistema a chip.


Danilo Loda

author-publish-post-icon
                  Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra             Newsletter!

                                  Tranquillo, ti disturberemo solo
                                     una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link









 




 

 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link