La Provincia autonoma di Trento ha deciso di prorogare le iscrizioni al bando Trentino Sviluppo fino al 31 ottobre, apportando anche delle novità per agevolare la partecipazione di PMI innovative e startup.

Le novità

Come in precedenza per attivare la leva del sostegno pubblico, è necessario che le aziende che vogliono partecipare al bando siano accompagnate da un investitore privato “terzo” che le sostenga con una quota di investimento tra i 25 mila e i 200 mila euro. La novità è che l’investitore privato può essere sia di diritto italiano sia di diritto di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, della Svizzera o della Norvegia.

Possono partecipare anche due o più Business Angels, che devono creare un idoneo veicolo di investimento, nel caso in cui intendessero partecipare in qualità di investitore privato.

Trentino Sviluppo sede

I settori interessati dal bando rimangono il green e lo sport-tech, la meccatronica, l’agritech e la qualità della vita, ovvero le “smart specialisation”. Sulla misura è stato stanziato per il 2019 un budget pari a 700 mila euro.

Rimangono invariate tutte le altre caratteristiche che servono per partecipare al bando.

Le candidature dovranno pervenire via posta raccomandata o con consegna a mano, entro il 31 ottobre 2019, a Trentino Sviluppo in via Zeni, 8 a Rovereto, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 o dalle ore 14.30 alle 17.00.


Like it? Share with your friends!

Danilo Loda

author-publish-post-icon