centralino in cloud

Con il centralino in cloud il customer care si fa in smart working
La soluzione Voxloud adottata dalla startup Wash Out

2 min


Anche il servizio clienti si può fare in smart working. Questo grazie alla soluzione di Voxloud che prevede di “spostare” il centralino in cloud, dando così la possibilità agli addetti al customer care di continuare la loro attività da remoto.

Tra le recenti realtà che hanno adottato tale servizio c’è anche Wash Out, startup nata nel 2016 da un’idea di tre amici milanesi: Christian Padovan, Andrea Galassi e Alessandro Morlin. Si tratta di un servizio che consente di lavare auto e moto a domicilio anche su strada pubblica, tramite la propria applicazione, disponibile per iOS e Android. Wash Out si è inoltre specializzata nel car washing ecosostenibile: il lavaggio infatti viene effettuato usando prodotti “waterless”, rispettosi per l’ambiente e che permettono di lavare i veicoli evitando di lasciare scarti a terra effettuando una pulizia completamente a secco.

Wash Out
Wash Out
Developer: Wash Out
Price: To be announced

Il servizio clienti in smart working grazie al centralino in cloud di Voxloud

Wash Out ha la necessità di avere un servizio clienti  reperibile 7 giorni su 7, in quanto tutti i servizi offerti avvengono tramite un’applicazione per smartphone. Ovviamente questa può essere utilizzata in qualunque giorno della settimana dall’utente e che di conseguenza si aspetta un’assistenza adeguata alle sue esigenze ed eventuali problematiche. In particolar modo il 60% di queste vengono risolte via mail, il restante via telefono. A queste si aggiungono tutte le chiamate ai clienti per avvisare che i Washer sono giunti a destinazione, ad esempio per i lavaggi interni o per accedere ad eventuali garage o cortili interni e per comunicare il completamento del lavaggio.

Inizialmente ci eravamo affidati ad un operatore VoIP inglese che ci forniva il nostro numero italiano e che sembrava rispondere bene alle nostre esigenze” – spiega Christian Padovan, CEO di Wash Out – “I problemi sono sorti quando, in seguito alle nuove assunzioni, abbiamo iniziato a riscontrare dei problemi nell’aggiunta degli interni, oltre ad un’assistenza tecnica non adeguata e soprattutto una risoluzione dei disservizi che arrivava solo dopo alcuni giorni. Impensabile per un’app che fornisce un servizio continuativo”.

voxloud vovercInoltre il fattore della necessaria reperibilità tutti i giorni della settimana risultava compromessa in quanto l’operatore inglese non supporta alcuna applicazione per smartphone che permettesse ai dipendenti di poter lavorare anche nel week-end in smart working. E qui è entrata in gioco Voxloud, che ha consentito di far lavorare il team del servizio clienti in smart working, grazie alla sua proposta di centralino in cloud. Da quando il servizio è diventanto attivo, inoltre, la startup ha incrementato gli standard di efficienza e rapidità nel supportare i clienti, migliorando del 30% i tempi di risposta.

Wash Out è un eccellente esempio di come una realtà dinamica e in continua evoluzione possa beneficiare dei vantaggi di un centralino in cloud come Voxloud, come la flessibilità e la facilità di installazione e gestione. Successi come un’exit sono possibili soprattutto quando le aziende comprendono l’importanza della Customer Care e scelgono di dotarsi dei migliori strumenti per gestirla efficacemente, proprio come ha fatto Wash Out, con il centralino in cloud Voxloud.” afferma Leonardo Coppola, CEO di Voxloud


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.