Detrazioni fiscali

Con le detrazioni fiscali sui pagamenti digitali, SumUp vende più POS
Dal 1 luglio vengono detratti il 30% sui costi di transazione

1 min


Da domani 1 luglio 2020 entrano in vigore le detrazioni fiscali del 30% sui costi di transazione legati ai pagamenti digitali. In questo nuovo scenario sono sempre di più gli esercenti che si affidano ai POS portatili prodotti e distribuiti da SumUp,  L’azienda infatti, nelle ultime due settimane ha registrato un aumento del 32% delle richieste per l’acquisto dei suoi lettori di carte indipendenti dalle banche e  che non prevedono alcun costi fisso.

pagamenti digitali sumup“L’introduzione di detrazioni fiscali incentiva la diffusione dei pagamenti cashless e questo picco che abbiamo registrato ne è la prova”, dichiara Marc Alexander Christ, Co-Founder SumUp. “L’esperienza in altri mercati europei, infatti, testimonia che l’utilizzo e lo sviluppo del cashless è innanzitutto un fatto culturale, di abitudine da parte dei cittadini. La risposta da parte dei commercianti e professionisti ne è la conferma e permetterà di accedere con semplicità e in completa trasparenza alle detrazioni previste, nonché di contribuire a facilitare la ripresa e la ripartenza dell’economia del Paese”.

“Nella convinzione che incentivi e completa trasparenza siano gli elementi cardine della rivoluzione digitalesottolinea Marc Alexander ChristSumUp ribadisce la propria politica di zero costi fissi e/o nascosti e nessun abbonamento, mantenendo solo fee percentuali fisse e trasparenti sull’effettivo transato che, tra l’altro, sono oggetto di detrazione fiscale del 30% a partire dal 1 luglio 2020”.  


Danilo Loda

author-publish-post-icon









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link