Si parla moltissimo di sicurezza informatica negli ultimi anni. Anche nel 2020 infatti bisogna stare sempre più attenti a questo aspetto, con le previsioni che suggeriscono un aumento di ransomware, malware per gli smartphone e sempre più attacchi. Insomma, la cybersecurity è a rischio e per renderla sempre più solida, bisogna partire dai propri dipendenti.

I dipendenti sono la chiave per la cybersecurity anche nelle PMI

Questo vale soprattutto per le piccole-medie imprese, sempre più sotto attacco. Le ultime ricerche parlano sostengono che ben il 66% di questo tipo di aziende nel mondo ne abbia subito uno, solo negli ultimi 12 mesi. Proprio a loro dynabook consiglia di stare attenti alla propria cybersecurity, partendo dalla protezione dei device dei dipendenti.

Piano piano infatti stiamo muovendoci verso un mondo del lavoro sempre più orientato allo smart working. Questo comporta innumerevoli vantaggi, ma riduce in parte il controllo sulle strutture di protezione. Per questo motivo, la strada da seguire è quella di proteggere i device in ogni modo, dato che i dipendenti sono fondamentalmente la prima linea davanti a questo genere di attacco.

Una scelta ideale è fornire notebook dotati di funzionalità biometriche avanzate e capacità di memorizzazione delle credenziali basate sull’hardware. Questo aiuta a impedire accessi non autorizzati. Un’altra soluzione è optare per un servizio zero client, che non conservi le informazioni sensibili sul device, ma le trasferisca su un cloud. Qui saranno protette non solo in caso di attacchi, ma anche di smarrimento dell’apparecchio.

Fondamentale poi la formazione per una buona cybersecurity aziendale. Il 90% delle violazioni infatti derivano da errori umani, una situazione su cui è senza dubbio importante intervenire.

Massimo Arioli, Business Unit Director Italy, Dynabook Europe GmbH, ha dichiarato:

Le piccole imprese devono compiere un passo ulteriore e implementare misure di protezione a livello di rete e questo richiede un approccio multi-layered, che integri sia l’hardware che il software. I dispositivi sono spesso la prima linea di difesa per le aziende, ecco perché dynabook collabora con Microsoft per sviluppare un approccio integrato alla sicurezza per la realizzazione di PC Windows 10 Secured-core“.


Team di redazione

author-publish-post-icon
L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.