FeaturedScenarioSoluzioni

F5 Networks racconta le 5 sfide dell’innovazione con The Future of Multi-cloud

Un report realizzato da F5 Networks insieme a Foresight Factory spiega l’importanza di una strategia di multi-cloud e come vada implementata al meglio.

The Future of Multi-cloud è un imponente report, presentato da F5 Networks nel 2018 per la prima volta, che analizza il ruolo che la strategia di multi-cloud ha avuto, ma soprattutto avrà nei prossimi anni e come approcciarsi ad essa in maniera migliore. Stando ai dati raccolti questo tipo di operazioni sono attuate già dall’81% delle aziende globali e il numero è in crescita.

La metodologia di “The Future of Multi-cloud”

Questa prima edizione del report ha visto la collaborazione di F5 Networks, tra le maggiori compagnie del campo degli application services, con Foresight Factory. La banca dati di quest’ultima ha permessi di accedere a decine e decine di ricerche condotte in più di 20 Paesi, tra cui l’Italia. Tutto è stato integrato con interviste esclusive a esperti di cloud, strategia aziendale o consulenza tecnologica provenienti dal top management di aziende come Deloitte Consulting, Cloud Advisors, CitiLogik e molte altre ancora.

Il Country Manager per l’Italia e Malta di F5 Networks Maurizio Desiderio ha descritto così il report: “The Future of Multi-cloud offre uno spaccato unico su come le organizzazioni, anche nel nostro Paese, possano affrontare con successo uno scenario sempre più complesso e incentrato sul cloud. La posta in gioco è sempre più elevata e le aziende che oggi sottovalutano il potenziale del multi-cloud potranno incontrare delle difficoltà nei prossimi cinque anni”.

Ma quali sono quindi le tematiche centrali riguardanti il multi-cloud emerse dall’analisi di F5 Networks? Vediamole insieme.

1 2 3 4 5 6 7Pagina successiva
Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker