pagamenti digitali

Fase 2, aumentano i pagamenti digitali per pub e bar con servizio d’asporto
Sumup ha rilevato un incremento del 55% dei pagamenti digitali dall'inizio della Fase 2

1 min


Nella Fase 2 i pagamenti digitali si configurano come l’asset principale nella ripresa delle attività di bar e pub. Visto che la maggior parte di questi non possono ancora fare servizi al tavolo o al bancone, gli esercizi si sono attrezzati con delivery o piatti e bevande da asporto in modalità take away. In questa prima settimana di riapertura, per servire quante più persone possibile mantenendo le distanze e garantire la sicurezza, è stato fondamentale per i per queste tipologie di attività mettere a disposizione dei propri clienti i pagamenti contactless.

Bar e pub seguono la via tracciata dai ristoranti

E tutto questo lo confermano i dati rilevati da SumUp, fintech specializzata in lettori di carte portatili e soluzioni di pagamento per PMI e piccoli commercianti: dal 4 al 10 maggio l’azienda ha registrato un aumento del 55% delle transazioni digitali per questi esercizi commerciali. Un trend in costante crescita e consolidamento, che nelle ultime tre settimane ha visto protagonisti prima i ristoranti, che hanno utilizzato i pagamenti digitali per offrire il servizio di delivery, e che ora si rafforza con la riapertura di bar e pub.

pagamenti digitaliGli esercenti, consapevoli del proprio ruolo nel facilitare l’ingresso in Fase 3, hanno colto  i vantaggi sanitari e la comodità offerti dal cashless, invitando i propri clienti a pagare con carta o smartphone anche la colazione o l’happy hour da asporto: una soluzione concreta per continuare ad offrire i servizi alla collettività senza rischiare di rappresentare un veicolo di contagio.

Pagamenti digitali anche per la Fase 3

I pagamenti digitali permettono, infatti, di velocizzare le operazioni di cassa,garantire il rispetto delle distanze interpersonali ed evitare lo scambio di carta moneta.Una rivoluzione che prepara bar, pub e ristoranti per il prossimo futuro: secondo il”Documento tecnico su ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore della ristorazione”,elaborato da Inail e ISS in vista delle riaperture complete del 18 maggio per questa tipologia di attività ,sarà opportuno privilegiare appunto i pagamenti elettronici con contactless; un consiglio ribadito anche dall’Autorità Bancaria Europea.


Danilo Loda

author-publish-post-icon
                  Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra             Newsletter!

                                  Tranquillo, ti disturberemo solo
                                     una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link