GfK

GfK: picco di acquisti in Europa di prodotti tecnologici
GfK segnala un aumento significativo della vendita di hardware e attrezzature tecnologiche in Europa, dovuto al telelavoro e dall'apprendimento a distanza

2 min


Monitor, stampanti, notebook e tastiere sono le categorie di prodotti che sono cresciute maggiormente nei cinque principali mercati europei, come evidenziato dai dati di GfK per il periodo compreso tra il 9 marzo e il 5 aprile. I dati derivano da un’analisi che raccoglie dati sulle vendite per 300 categorie di beni di consumo durevoli e tecnologici in oltre 2.000 punti vendita, situati in oltre 70 paesi in tutto il mondo.

“L’attuale paradigma dell’isolamento sociale ha portato a un aumento significativo della vendita di hardware e attrezzature tecnologiche. Questo passaggio a un maggiore uso della tecnologia è visibile in diverse aree della vita umana, vale a dire il lavoro, i pasti e persino all’home entertainment“, afferma GfK.

Più tempo trascorso a casa ha dato origine a una maggiore domanda di televisori, console di gioco, computer e notebook e persino il cibo è stato un motivo per i cambiamenti nel comportamento di acquisto dei consumatori, con un aumento del numero di vendite di frigoriferi e congelatori.

GfK:  vendite in aumento grazie a telelavoro e lezioni a distanza

Secondo i dati condivisi da GfK, lavorando a casa sono aumentate le vendite di monitor (+ 120%), stampanti (+ 68%), notebook (+ 62%) e tastiere (+ 61%) nei cinque più importanti mercati europei. Le webcam hanno registrato la crescita delle vendite più elevata (+ 297%).

“Mangiare sempre a casa mette i consumatori in una condizione nuova, che si riflette nell’aumento degli acquisti di frigoriferi e congelatori per conservare gli alimenti”, afferma il consulente. Tra il 9 marzo e il 5 aprile, le vendite di congelatori in Gran Bretagna sono cresciute del 317% rispetto all’anno precedente. In Germania, questi beni sono aumentati del 185% e la Francia è cresciuta del 44%.

GfKIl segmento dell’home entertainment ha inoltre accelerato le vendite dei prodotti tecnologici. Secondo GfK, all’inizio del periodo di isolamento sociale, le vendite di dispositivi di streaming sono aumentate, in alcuni mercati, del 50%. In Gran Bretagna, le vendite di televisori sono aumentate del 31%, con i consumatori che acquistano modelli più economici per adattarsi alle diverse abitudini di visione.

Anche le console di gioco ne hanno tratto beneficio, con vendite superiori al 259% in Gran Bretagna, 139% in Germania, 132% in Francia, 108% in Spagna e al 65% in Italia.

I notebook da gioco seguono la stessa tendenza, raggiungendo una robusta crescita a due cifre nello stesso periodo, passando dal 33% (Italia) al 92% (Spagna). In Germania, Francia e Spagna, questa categoria ha persino superato i notebook “normali” in termini di tassi di crescita unitari.

Le vendite online non compensano ancora le perdite dei negozi

Con i negozi chiusi e gran parte della popolazione europea confinata nelle proprie case da metà marzo, le vendite online sono cresciute in modo significativo, ma non compensano ancora la perdita di valore nei negozi.

Tra il 31 marzo e il 5 aprile, le vendite online sono cresciute quasi del 100% nei cinque maggiori mercati europei (Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna e Italia). Ma anche così, il mercato generale è diminuito del 14% in valore.

L’analisi di GfK mostra che le vendite online dovrebbero quadruplicare per compensare le chiusure dei negozi e, in effetti, il consumo attuale è ancora molto lontano da quel valore. In Italia, ad esempio, le vendite tramite dell’ecommerce hanno solo compensato circa 30 % delle perdite dei nogozi al dettaglio tradizionali “, afferma GfK.

L’uscita dall’isolamento sociale e come verrà riprogrammata la normalità è la grande domanda. “Ciò richiederà più tempo, come dimostra l’esempio della Cina: anche 10 settimane dopo il primo periodo di totale isolamento, le vendite dei negozi fisici sono ancora significativamente minori a quella che sarebbero state nella” vecchia normalità””, afferma GfK.


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link