HPE Aruba SPE edge copertina

Anche l’edge diventa intelligente con Aruba ESP
HPE Aruba ha presentato la sua nuova piattaforma basata sull'intelligenza artificiale

3 min


HPE Aruba ha presentato oggi la sua nuova piattaforma Aruba ESP (Edge Services Platform), uno strumento cloud-native che, con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale, è in grado di monitorare i dati e prevedere e risolvere i problemi legati all’edge. L’azienda ha inoltre annunciato il suo nuovo programma MSP (Managed Service Provider), iniziato nel mese di maggio.

HPE Aruba presenta Aruba ESP per la gestione dell’edge

L’edge, ovvero l’interfaccia tra mondo reale e digitale dove vengono generati i dati legati alle aziende e alle imprese, è sempre più riconosciuta come una fonte di nuove opportunità, ma anche come una nuova sfida. Il suo flusso di dati non strutturato, infatti, può essere utilizzato per ricavare informazioni e analytics importanti per le aziende, ma il suo volume e la sua estensione possono essere molto difficili da gestire dai normali team IT. L’inclusione dell’IoT e di altri prodotti connessi crea inoltre difficoltà e vulnerabilità dal punto di vista della sicurezza.

HPE Aruba SPE edge

È in questo contesto che HPE Aruba ha presento Aruba SPE. Si tratta di una nuova piattaforma cloud-native pensata proprio per la gestione attraverso una struttura unificata dell’edge. La sua componente chiave sono le AIOps (Artificial Intelligent Operations), algoritmi di intelligenza artificiale e strumenti in grado di automatizzare gran parte delle procedure e del monitoraggio del sistema. Questo dona all’infrastruttura una sorta di ‘sesto senso’, usando le parole di Aruba, ovvero una capacità di identificare proattivamente le problematiche imminenti, consigliare soluzioni precise e sfruttare l’automazione per trasformare tutto questo in azioni logiche senza  l’intervento umano.

Ad AIOps si affiancano inoltre altri due dettagli fondamentali. Una è la sopracitata infrastruttura unificata, che permette di raccogliere sotto la console cloud-native di Aruba Central la gestione di tutte le operazioni di rete per switching, Wi-Fi e SD-WAN in ambienti campus, data center, sedi distaccate e di telelavoro. L’altro dettaglio riguarda la sicurezza di rete Zero Trust, un approccio che combina tecnologia di accesso role-based, segmentazione dinamica e rilevamento delle intrusioni.

Il commento del fondatore

L’Intelligent Edge è il catalizzatore che innesca possibilità illimitate per le aziende che desiderano accelerare la trasformazione e garantire la business continuity valorizzando i propri investimenti tecnologici quale asset più rilevante”, ha affermato Keerti Melkote, president of Intelligent Edge di HPE e fondatore di HPE Aruba. “Costruita sulla base dei principi guida di HPE Aruba – connettere, proteggere, analizzare e agire – Aruba ESP è il punto di arrivo di anni di innovazioni, ricerca e sviluppo, ingegno e, soprattutto, input da parte dei nostri clienti i cui feedback sinceri e approfonditi ci hanno aiutato a fare di questa piattaforma una rete consapevole”.

Il Managed Service Provider Program di Aruba

Come sopracitato, Aruba ha inoltre presentato il suo nuovo programma MSP (Managed Service Provider) indirizzato a tutti i suoi partner di canale, vecchi e nuovi. Il programma consente a questi di far evolvere i servizi offerti ai vari clienti grazie all’utilizzo di soluzioni HPE Aruba per resti gestite dal cloud.

Nel settore IT si sta diffondendo una tendenza che guarda a modelli basati su abbonamento che permettono ai clienti di passare dalle spese di capitale alle spese operative. Con il lancio di Aruba ESP (Edge Services Platform), i nostri partner potranno fare leva sulla tecnologia avanzata di HPE Aruba per creare le loro soluzioni differenziandosi sul mercato”, ha dichiarato Sherifa Hady, Aruba EMEA Channel Sales Director.

Moltissimi vantaggi

Il programma prevede diversi vantaggi per chi vi aderirà, tra cui la possibilità di utilizzare il logo esclusivo, varie attività di formazione dei tecnici, l’assistenza di un team di esperti volta all’enablment e al go-to-market, un ricco portale di risorse per i partner e la possibilità di collaborare con Aruba End User Sales. Sono inoltre messe a disposizioni diverse opzioni di supporto e finanziamento flessibili attraverso la divisione finanziaria di HPE, in modo da permettere anche ai partner in difficoltà a causa della pandemia di non perdere questa opportunità.

“Molti clienti stanno guardando alla trasformazione digitale per accelerare la business recovery ma scoprono di non potersi muovere a causa di limitazioni di cashflow e di tempo”, prosegue Sherifa Hady. “Alla luce di questo scenario, i servizi gestiti sono destinati a diventare ancora più importanti. Per supportare questa esigenza immediata e, al contempo, adeguarsi all’evoluzione di lungo periodo dei modelli di consumo da parte dei clienti, i rivenditori devono agire subito. Siamo convinti che HPE Aruba e i propri partner, insieme, potranno continuare a far crescere le rispettive attività con successo”.

Maggiori informazioni su Aruba SPE disponibili sul sito ufficiale. Più informazioni su invece il programma MSP al seguente link.

OffertaBestseller No. 1
Synology Diskstation DS120J HardDisk
  • Archiviazione a 1 bay facile da utilizzare in un cloud personale per utenti inesperti dei NAS
  • Throughput sequenziale: oltre 112 MB/s in lettura, 106 MB/s in scrittura
  • Piattaforma per la condivisione di file e la sincronizzazione tra dispositivi
  • Affidabile assistente per il backup di computer Windows/Mac e foto dei dispositivi mobili
  • Accesso mobile gratuito ai file grazie alle applicazioni mobili per iOS e Android
OffertaBestseller No. 2
WD My Cloud Home, Personal Cloud, 1 Bay, USB 3.0, 4 TB
  • ATTENZIONE! È possibile accedere al dispositivo My Cloud Home tramite Internet, l'app My Cloud Mobile, l'app...
  • Configurazione semplice e veloce dal tuo smartphone
  • Accesso da qualsiasi posizione grazie all'app mobile o desktop My Cloud Home o attraverso il sito MyCloud.com
  • Backup automatico di foto e video sul tuo telefono
  • Porta USB per importare foto, video e documenti da unità flash USB e hard disk esterni

Giovanni Natalini

author-publish-post-icon
Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link