News

Huawei: un nuovo action plan per sviluppare servizi ICT in Sardegna

Il Joint Innovation Center entra in una fase progettuale per sviluppare nuove soluzioni

huawei

Il Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru, il  Presidente del CRS4 Annalisa Bonfiglio e Thomas Miao, CEO di Huawei Italia, hanno firmato un accordo per la realizzazione di un action plan basato sullo sviluppo di soluzioni e servizi ICT con il contributo della regione Sardegna.

L’accordo tra Huawei, CRS4 e la regione

Alla base dell’accordo recentemente firmato vi è il desiderio degli enti coinvolti di portare a termine un action plan incentrato sullo sviluppo di soluzioni e servizi ICT nei settori della salute, dei trasporti, della gestione dei rifiuti, della logistica, della sicurezza e Industria 4.0.

Questi servizi, creati in collaborazione con il Comune di Cagliari, le istituzioni locali e le PMI del territorio, verranno forniti per primi proprio alla cittadina sarda, da cui partirà il progetto per rendere la regione un vero e proprio laboratorio dove capitale umano e tecnologia collaborano a progetti di ricerca su Smart & Safe City.

Protagonista dell’accordo, firmato in occasione del Huawei European Innovation Day di Roma, è il Joint Innovation Center. La struttura, situata all’interno del CRS4 nel Parco Tecnologico di Pula, avrà il compito di stimolare lo sviluppo di nuove tecnologie – tra cui il 5G – e migliorare le competenze locali anche tramite una collaborazione con le autorità pubbliche e del settore privato.

A commentare a firma dell’accordo è Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Sardegna. Stando alle sue parole, il protocollo andrà a rafforzare il ruolo dell’Innovation Center, favorendone la crescita e aumentandone le ricadute positive sulla cittadinanza dell’intera regione.

Thomas Miao, CEO di Huawei Italia, ha affermato: “Siamo particolarmente fieri di portare la nostra collaborazione con la Regione Sardegna e il CRS4 in una nuova fase. Questa corrisponde alla nostra visione di smart e safe city, che si può realizzare solo grazie a un ecosistema aperto e collaborativo”.

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker