huawei

Il Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru, il  Presidente del CRS4 Annalisa Bonfiglio e Thomas Miao, CEO di Huawei Italia, hanno firmato un accordo per la realizzazione di un action plan basato sullo sviluppo di soluzioni e servizi ICT con il contributo della regione Sardegna.

L’accordo tra Huawei, CRS4 e la regione

Alla base dell’accordo recentemente firmato vi è il desiderio degli enti coinvolti di portare a termine un action plan incentrato sullo sviluppo di soluzioni e servizi ICT nei settori della salute, dei trasporti, della gestione dei rifiuti, della logistica, della sicurezza e Industria 4.0.

Questi servizi, creati in collaborazione con il Comune di Cagliari, le istituzioni locali e le PMI del territorio, verranno forniti per primi proprio alla cittadina sarda, da cui partirà il progetto per rendere la regione un vero e proprio laboratorio dove capitale umano e tecnologia collaborano a progetti di ricerca su Smart & Safe City.

Protagonista dell’accordo, firmato in occasione del Huawei European Innovation Day di Roma, è il Joint Innovation Center. La struttura, situata all’interno del CRS4 nel Parco Tecnologico di Pula, avrà il compito di stimolare lo sviluppo di nuove tecnologie – tra cui il 5G – e migliorare le competenze locali anche tramite una collaborazione con le autorità pubbliche e del settore privato.

A commentare a firma dell’accordo è Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Sardegna. Stando alle sue parole, il protocollo andrà a rafforzare il ruolo dell’Innovation Center, favorendone la crescita e aumentandone le ricadute positive sulla cittadinanza dell’intera regione.

Thomas Miao, CEO di Huawei Italia, ha affermato: “Siamo particolarmente fieri di portare la nostra collaborazione con la Regione Sardegna e il CRS4 in una nuova fase. Questa corrisponde alla nostra visione di smart e safe city, che si può realizzare solo grazie a un ecosistema aperto e collaborativo”.


Like it? Share with your friends!

Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.