SAP S/4HANA

Il Gruppo TIM si affida a SAP S/4HANA per la Digital Transformation
Le telco ha aggiornato il suo sistema gestionale integrandolo in tutte le 24 società del gruppo

2 min


Il Gruppo TIM ha scelto per il suo progetto di Digital Enterprise Transformation l’ERP SAP S/4HANA che sarà a disposizione di tutte le società del gruppo che in questo modo potranno migliorare la gestione dei processi aziendali e supportare la crescita del business attraverso una semplificazione dei sistemi e una maggiore ottimizzazione delle risorse.

Il Gruppo TIM non è nuovo nell’utilizzo di soluzioni SAP, ma la precedente adottata non era più in grado di soddisfare le esigenze di business dell’azienda, essendo giunta al massimo del suo potenziale utilizzo.

Per rendere i processi più efficienti l’area Finance ha incaricato il team IT di Gabriele Chiesa (Chief Information Officer) di TIM di disegnare e sviluppare un progetto di digitalizzazione che permettesse alla divisione di aumentare la produttività delle risorse.

SAP S/4HANA“In soli 10 mesi si è passati dall’idea all’entrata in funzione del nuovo sistema gestionale avvenuta lo scorso 2 settembre mettendo di fatto le basi per quello che, con la seconda fase del programma, è diventato uno dei progetti più importanti ed estesi di trasformazione digitale del Gruppo”, ha dichiarato Pierpaolo Taccini, Responsabile Revenue Assurance & Digital Finance, TIM / Customer Product Lead del programma “Digital Enterprise Transformation”, TIM.

SAP S/4HANA diventa l’ERP di tutto il Gruppo TIM

I successi ottenuti nell’utilizzo di SAP S/4HANA nella divisone Financial hanno convinto i manager di TIM ad ampliarne l’utilizzo anche nelle altre aree di business, dando così inizio al vero e proprio progetto di Digital Enterprise Transformation. SAP S/4HANA è ora utilizzato nelle divisioni HR, Real Estate, Purchasing, Legal e Logistica.

Il programma intrapreso dall’azienda abbraccia le 24 società del gruppo e interessa oltre 8.000 utenti che avranno accesso a SAP S/4HANA, dei quali circa 600 hanno testato e collaudato la piattaforma prima della sua entrata in esercizio eseguendo più di 3.600 casi di test con la Linea Utente.

“Un successo da condividere con tutto lo staff IT, il team del PMO, i partner Deloitte per il supporto nell’implementazione, Capgemini per la conduzione del collaudo utente e della formazione, PWC nella raccolta dei business need ed infine la divisione SAP Services che ha saputo imprimere una forte accelerazione nel momento cruciale della delivery. Un lavoro di squadra importante che ha superato le difficoltà legate al periodo di lockdown, unendo e incentivando ancora di più il team per il raggiungimento degli obiettivi, e permettendoci di portare a casa il progetto nei tempi stabiliti”, ha evidenziato Pierpaolo Taccini.

“E’ indubbiamente esaltante vedere come un’azienda del calibro del Gruppo TIM punti con determinazione sulla tecnologia core di SAP per impostare un percorso importante di trasformazione digitale dei processi aziendali, recuperando efficienza e produttività per indirizzare le persone verso compiti di maggior valore e funzionali alla crescita del business”, ha dichiarato Enzo Pagliaroli, Services and Public Sector Sales Director di SAP Italia. “Questa è un’ulteriore dimostrazione di come SAP supporti le aziende a diventare Imprese Intelligenti e le aiuti a sfruttare le tecnologie più innovative per accelerare cambiamenti basati sui dati, prendere decisioni complesse più velocemente, individuare opportunità nascoste e anticipare i trend di mercato”.


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.