in-site data center atm

In-Site progetta il nuovo data center di ATM a Milano
Parte l'ampliamento e la riprogettazione dell'infrastruttura che permette ai milanesi di usare i mezzi pubblici

2 min


In-Site realizza il nuovo data center di ATM, la società dei trasporti milanese. Specializzata nella progettazione di infrastrutture tecnologiche complesse, In-Site dà il via ai lavori nella sede di ATM di Via Monte Rosa a Milano.

In-Site realizza il nuovo data center di ATM

Fondata nel 1931, l’Azienda Trasporti Milanesi Spa è una società partecipata al 100% dal Comune di Milano. Gestisce i trasporti nel capoluogo lombardo e in altri 95 comuni. In totale serve ben 2,5 milioni di abitanti. Un’azienda che negli anni ha dovuto sviluppare sistemi tecnologici sempre più complessi per consentire una mobilità integrata in quello che rimane il cuore economico del Paese.

Il nuovo data center di In-Site per ATM risponde a standard elevati per garantire innanzitutto la sicurezza degli utenti. Ma anche flessibilità e continuità di servizio, soprattutto in vista dell’aumento delle corse sulla linea M2 e l’espansione globale dei servizi.

Il data center è il cuore nevralgico di qualunque azienda oggi, a maggior ragione di una società come ATM, che gestisce trasporti integrati. Siamo orgogliosi di poter far parte di un progetto tanto strategico per la ‘grande Milano’: il senso di responsabilità e di appartenenza ad una comunità di cui facciamo parte da sempre ci ha spinto a voler mettere a disposizione gli oltre 15 anni di esperienza sviluppata nella realizzazione di data center delle maggiori multinazionali”, ha affermato Pietro Matteo Foglio, CEO & Founder di In-Site. “Il nostro approccio nella  progettazione e nella realizzazione si basa sull’integrazione di tutti gli ambiti disciplinari per garantire lo stato dell’arte della tecnologia. Questo è il know how e questa è la serietà che vogliamo portare anche in questo nuovo progetto per Milano”.

Gli obiettivi del nuovo data center ATM

ATM sta compiendo una digital transformation a tutto campo, lavorando su alcuni impianti critici. Fra cui c’è il nuovo sistema di segnalamento della linea M2, la linea verde. Un sistema complesso, che ATM vuole possa gestire nelle ore di punta un treno ogni 90 secondi, aumentando quindi il numero di passeggeri da 40 a 52 mila.

ATM-data-center-in-siteRealizzato presso la sede in via Monte Rosa a Milano, un edificio di 290 metri quadrati. Nel costruire il nuovo data center di ATM, gli ingegneri di In-Site hanno tenuto conto della necessità di garantire la continuità del servizio. Questo ha significato realizzare un impianto elettrico di emergenza con gruppi elettrogeni e gruppi di continuità (UPS) e relative batterie. Inoltre ha realizzato un impianto meccanico con ridondanza N+1 per refrigerare l’impianto senza interruzioni. Un sistema di tipo idronico ad acqua refrigerata, con chillers collocati esternamente al piano del data center.

“La progettazione del data center ‘Monte Rosa’ nasce da un’attenta analisi dei requisiti e di alcuni criteri specifici, come accade per ogni progetto che ci vede coinvolti. In tutte le singole fasi abbiamo focalizzato l’attenzione su aspetti quali l’efficienza energetica, la sicurezza degli impianti, la ridondanza, la continuità, l’ottimizzazione degli spazi” continua Pietro Matteo Foglio.

Un sistema complesso ma con un’attenzione speciale alla sicurezza, con sistemi di rilevamento incendi e spegnimento automatico. Un data center all’avanguardia sotto ogni punto di vista, quello realizzato da In-Site per ATM.

Offerta
Microsoft Surface Pro X Computer Portatile 2-in-1, 13", 8 GB RAM...
  • Ottimo per lo stile di vita in movimento con uno spessore di solo 7.3 mm e un peso minimo di 772 g 1,7 lb;...
  • Rimani in contatto con la connettività ultraveloce lte advanced pro, mantieni la tua produttività con una...
  • Progettato per lasciare il segno; riprendi a lavorare più rapidamente con accesso immediato e la...
  • Guarda e fai di più sul touchscreen pixelsense edge-to-edge da 13 pollice , con l'ottimo rapporto 3:2 per...

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link