Lean Digital copertina news

Un libro per scoprire il Lean Digital nell’era del 5G
Alla scoperta dell'industria 4.0 e della trasformazione digitale in Italia

2 min


Bonfiglioli Consulting ha annunciato l’uscita di “Lean Digital, la via italiana alla fabbrica 5G”, un libro che spiega l’incontro tra il modello organizzativo Lean Thinking e la rivoluzione digitale dell’Industria 4.0, il tutto toccato dal 5G. Il libro è stato scritto da Michele Bonfiglioli, amministratore delegato di Bonfiglioli Consulting, e Umberto Mirani, amministratore delegato di Digibelt, ed è stato curato dalla giornalista socioeconomica Maria Cristina Origlia.

Il significato di Lean Digital in un libro

Il volume, edito da Guerini Next, va a toccare diversi punti, fondamentali per capire la situazione produttiva italiana. Si parte dall’analisi dei cambiamenti macroeconomici degli ultimi vent’anni per poi passare a illustrare come il mondo manifatturiero italiano possa recuperare efficienzacompetitività attraverso la trasformazione digitale. Trasformazione che non dev’essere fine a sé stessa, ma volta a diminuire i costi o ad aumentare la produzione e il fatturato.

Le perdite e le opportunità della pandemia

Lean Digital copertinaNon c’è dubbio che la pandemia abbia colpito duramente le aziende, e in particolare. Il lockdown e la nuova realtà sono state però anche un’occasione di digitalizzazione. Come sottolineato da Michele Bonfiglioli: “In Italia, Covid-19 ha inferto alle piccole e medie imprese italiane una perdita di fatturato considerevole che ha causato un impatto significativo sull’economia del Paese. Allo stesso tempo, la pandemia e le relative misure restrittive hanno accentuato sempre più i trend di passaggio al digitale. Solo le imprese in cui la digital transformation era entrata a tutti i livelli e in tutti i reparti, sono riuscite a tener testa al lockdown senza riportare perdite.

Secondo una ricerca condotta da McKinsey, durante la primavera 2020 le aziende hanno fatto in 8 settimane un balzo in avanti equivalente a 5 anni. Lo smart working, la raccolta e l’elaborazione dei dati in tempo reale, il cloud: si tratta di realtà già esistenti prima della pandemia, ma ora più che mai centrali per continuare a lavorare in sicurezza e con ancora più produttività.

Siamo convinti che la trasformazione digitale sia permanente – continua Bonfigliolie che il Lean Thinking possa esserne il volano, attraverso un crescente orientamento ai processi, al miglioramento continuo, alla massima attenzione alla misura e all’analisi dei dati, alla conoscenza distribuita in tutta l’azienda, nonché al coinvolgimento delle persone che prevede necessariamente lo sviluppo di nuove competenze e un nuovo approccio al lavoro. Il rischio, altrimenti, è quello di finire per digitalizzare anche gli sprechi.

Esempi concreti

Per dimostrare quanto illustrato nel libro, alla fine di esso sono inclusi sei case study, con protagoniste altrettante aziende italiane già toccate dalla trasformazione digitale e spesso anche dal 5G. Queste sono: Automobili Lamborghini e la sua rivoluzione robotica; Exor International, che entro il 2020 completerà la sperimentazione 5G nella sua fabbrica Digitale 4.0; Philip Morris; Recordati; SABO, quarto posto tra le trenta migliori PMI con un fatturato compreso tra i venti e i cinquecento milioni di fatturato, nella classifica «Mille Champions Italiani»; Unifarco.

Il libro è attualmente già disponibile in formato digitale, e uscirà in libreria in formato cartaceo il 12 novembre.

Offerta

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione e alla divulgazione. Estremamente curioso e interessato a quasi tutto: scienza, tecnologia, società, ma anche fumetti, podcast, internet culture e videogiochi.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link