gameslab gamera interactive

Mario Petillo è il nuovo Program Manager di Gameslab
Gameslab, la label di Gamera Interactive, ha affidato a Mario Petillo la gestione di un nuovo programma dedicato ai giovani

2 min


Gamera Interactive è lieta di annunciare una importante collaborazione con Mario Petillo, giornalista ed esperto di videogiochi, nuovo Program Manager della label interna Gamera Gameslab.

Mario Petillo è il nuovo Program Manager di Gameslab

L’etichetta, nata nel 2018 per promuovere attivamente il ruolo culturale che i videogiochi hanno oggi nella nostra vita, ha curato una serie di eventi dedicati in Italia e in particolare nella provincia di Padova, sede dell’azienda. Tra questi DStars, l’unico premio dedicato interamente agli sviluppatori italiani. Realizzato in partnership con Città di Padova, Camera di Commercio e numerosi partner internazionali. Il premio è stato incluso tra le eccellenze di settore nel report annuale del Ministero della Cultura.

Tra le altre attività di Gameslab l’organizzazione e la gestione del primo percorso di alternanza scuola lavoro in Italia, avviato in collaborazione con il Liceo Alvise Cornaro nel 2018. E l’organizzazione nello stesso anno del primo corso in assoluto nel nostro paese, dedicato alla figura del Game Producer.

Mario Petillo Gameslab
Mario Petillo, Program Manager di Gameslab.

Un nuovo programma dedicato ai giovani

Sulla scia degli ottimi risultati in ambito formazione, Gamera Interactive ha deciso di sviluppare ulteriormente l’offerta e la label Gameslab. Ha quindi affidato a Petillo la gestione di un nuovo programma, dedicato ai giovani che mirano a una carriera nel settore. Gameslab prevederà due corsi principali, della durata di un anno accademico, erogati tra ottobre e giugno: Game Design e Game Production. Sono previsti anche corsi tecnici brevi, oltre a numerosi workshop incentrati su comunicazione, marketing, publishing e altre attività inerenti, modulati o in una giornata intera o in weekend dedicati.

“Il nostro obiettivo è quello di preparare i giovani che ambiscono a entrare nel nostro settore, utilizzando gli strumenti giusti e soprattutto la giusta guida.” ha dichiarato Petillo. “Abbiamo quindi lavorato molto sulla scelta dei partner, che ci forniranno i migliori professionisti possibili per l’insegnamento per formare profili job ready in grado di accettare un’eventuale offerta di lavoro in Italia o all’estero”.

I corsi di Gameslab si terranno da remoto

Gameslab annovera numerosi partner di prestigio tra cui SOEDESCO, Curve Digital, PlayMagic, Obsidian e molti altri. Al termine dell’anno accademico i migliori profili avranno modo di sostenere un colloquio con una delle aziende partner. Tutti i corsi saranno inizialmente gestiti da remoto, per permettere agli iscritti di partecipare alle lezioni senza vincolo di presenza. Rendendo possibile l’allestimento di una rosa di professori di prim’ordine, anche dall’estero.

“Lanciando Gameslab non pensavamo di confrontarci con realtà più strutturate nell’ambito, anzi. Ci interessava offrire percorsi formativi relativamente brevi e unici, in un contesto lavorativo vero, a contatto con il team e con dinamiche di produzione autentiche. A causa del lockdown le cose sono cambiate e data la corsia preferenziale che abbiamo grazie alle tante aziende amiche nel mondo e ai grandi developer che possiamo definire amici, abbiamo pensato che fosse un buon momento coinvolgerli potendo costruire un’offerta mai vista prima.” ha dichiarato Alberto Belli, CEO di Gamera Interactive.

A luglio si terrà il primo Open Day da remoto per accogliere gli studenti interessati a scoprire l’offerta didattica della scuola e rispondere a tutte le loro domande. Per ulteriori dettagli è possibile visitare il sito ufficiale.


Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.