fbpx
Soluzioni

Microsoft aggiunge funzionalità AI a PowerApps e Flow

La maggior parte degli utenti ha familiarità con le app basilari di Office, ma Microsoft vorrebbe che espandessero l'utilizzo alle PowerApps.

Microsoft ha recentemente annunciato che aggiungerà l’intelligenza artificiale alla sua applicazione Microsoft Flow e nello stesso tempo anche alle PowerApps, dando a queste la possibilità di “riconoscere il mondo”, in alcuni casi letteralmente. Se gli utenti finali hanno una certa familiarità con le app Office standard, ovvero Excel, PowerPoint e Word, Microsoft sta tentando di incoraggiarli a utilizzare anche le PowerApps e Flow.

Flow migliora il business e non solo

Microsoft Flow è in circolazione dal 2016 ed è il più accessibile dei due. È essenzialmente la versione di Microsoft dello strumento IFTTT, che consente agli utenti di creare le proprie regole condizionali che collegano app e servizi. “Se la temperatura supera i 85 gradi, invia al mio telefono un SMS e attiva il condizionatore” potrebbe essere un esempio di regola IFTTT. Flow è stato tradizionalmente più focalizzato sui processi di business, come ad esempio tenere d’occhio le scorte.

Microsft PowerApps Flow

“Intelligenza artificiale” è l’ultima tendenza per le app aziendali. Flow ha aggiunto funzionalità che includono l’estrazione di dati significativi da documenti cartacei sottoposti a scansione. Se Flow sa cercare un particolare campo in un documento, ad esempio un indirizzo o un numero di carta di credito, può prendere quell’informazione e copiarla in un altro campo, ad esempio, in un contratto di noleggio auto. Microsoft ha affermato che l’ottimizzazione dell’IA conferisce a Flow la capacità di apprendere in base alle prestazioni storiche, per valutare meglio i rischi.

App potenti al servizio degli utenti

Microsoft sta iniziando a spingere più forte su ciò che chiama PowerApps, che può essere ampiamente descritto come una versione più potente di Flow. Microsoft incoraggia gli utenti di tutti i giorni a provare PowerApps, che, come suggerisce il nome, sono in realtà app che funzionano su Android, iOS o sul Web.

microsft powerapps

Parte del punto di forza di PowerApps è che sono una soluzione “low-code/no-code”, un modo ingegnoso per dire agli utenti che possono mettere insieme diversi pezzi di dati con comandi che dicono all’app cosa fare con loro, ma usando icone visive piuttosto che stringhe di codice. “Speriamo che fornisca lo stesso tipo di democratizzazione dello sviluppo che Excel ha fatto per fogli di calcolo e tabelle”, ha dichiarato Charles Lamanna, direttore generale delle piattaforme applicative di Microsoft.

microsoft powerapps 1

Naturalmente, Microsoft è interessata ad aggiungere ulteriori potenziali fonti di dati a PowerApps, ma anche a renderle più semplici e potenti da utilizzare. In concomitanza a lancio sopradescritto l’azienda di Redmond ha svelato ciò che chiama AI Builder, un miglioramento di PowerApps per sfruttare l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico. 

AI Builder riconosce gli oggetti

Proprio come Microsoft ha migliorato Flow con la capacità di riconoscere i dati, una delle capacità di AI Builder è la capacità di riconoscere gli oggetti e di produrre ciò che vede in un formato che può essere facilmente utilizzato in diversi contesti. Uno dei punti di forza di Ai Builder è che può essere tranquillamente utilizzato dai dipendenti e non per forza di cose dagli sviluppatori.

Un esempio concreto, mostrato da Microsoft, riguarda il produttore di bibite G & J Pepsi che ora utilizza PowerApp per eseguire un controllo dell’inventario sugli scaffali dei negozi. Un dipendente può semplicemente scattare una foto dello scaffale e condividerlo con AI Builder. Quest’ultimo, come detto, può riconoscere i tipi di bottiglie sullo scaffale, contarle e quindi determinare se Pepsi ha bisogno fare una spedizione al cliente e inviare la richiesta tramite un modulo che si auto compila.

Tags

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker