Microsoft Teams

Microsoft Teams, in arrivo tante novità per più dinamismo sul lavoro
Teams si aggiorna con molte nuove funzioni per stare al passo con i competitor

2 min


Microsoft ha rilasciato una serie di nuove funzionalità per Teams annunciandole sul proprio blog lo scorso 8 luglio. Progettate per professionisti e scuole,  le novità in arrivo sono stati pensate per rendere le discussioni, gli incontri e altre collaborazioni meno stancanti e più produttive. Il loro arrivo è previsto entro la fine del 2020.

Microsoft Teams, ecco la Modalità Insieme (Togheter mode)

Alcune nuove funzionalità esistono già, su Skype – e anche sul alcuni concorrenti come Zoom e Slack. Ma ha anche nuove funzionalità davvero uniche, come la “Modalità insieme”.

Microsoft TeamsQuest’ultima consentirà ai partecipanti di condividere uno sfondo comune. Pertanto, questi avranno l’impressione di trovarsi nella stessa sala riunioni o nella stessa classe. Per raggiungere questo obiettivo, Microsoft utilizza la tecnologia di segmentazione AI. La società afferma che il ricercatore e pioniere della realtà virtuale Jaron Lanier ha lavorato su questa funzione che mira a ridurre l’affaticamento delle riunioni virtuali e dare loro un aspetto più reale. La modalità Insieme, con un tema audio, verrà implementata e sarà disponibile ad agosto. Altri temi verranno aggiunti in futuro.

Campo visivo dinamico (Dinamic View)

La nuova funzione Dinamic View permetterà agli utenti di controllare meglio l’aspetto della riunione. Microsoft afferma che questa funzionalità sfrutta anche l’intelligenza artificiale per “ottimizzare dinamicamente i contenuti condivisi e i video dei partecipanti”.

Ciò significa che gli utenti possono configurare più facilmente il modo in cui vogliono vedere gli altri partecipanti alla riunione, ad esempio utilizzando la visualizzazione “Auditorim” (l’installazione verrà eseguita in agosto e consentirà di vedere fino a 49 partecipanti contemporaneamente ) o “sale riunioni virtuali”, che consentono agli utenti di dividere i partecipanti in gruppi più piccoli.

Mcrosoft Teams
Visualizzazione Auditorium

I nuovi filtri video consentiranno  di regolare i livelli di illuminazione o attenuare la messa a fuoco della videocamera prima di partecipare a una riunione. E un’estensione chiamata, “Reflect messaging extension” consentirà ai manager e agli insegnanti di interagire direttamente con i partecipanti ponendo loro domande generali o su un argomento specifico. Quest’ultimo sarà accessibile da GitHub e sarà disponibile “nelle prossime settimane”, ha affermato Microsoft.

Chat bubbles debutta in Microsoft Teams

Nell’elenco delle novità di Teams, ci sono  anche le Chat bubbles . Invece di dover aprire manualmente la finestra di chat per poter leggere le discussioni, tutti i partecipanti vedranno nuovi messaggi inviati tramite chat durante la riunione sullo schermo. Altra novità riguarda l’attribuzione Speaker per sottotitoli live e trascrizione. Anche se i sottotitoli live sono già un’opzione, prossimamente Microsoft Teams includerà anche la possibilità di attribuirli a uno specifico relatore in modo che non possa nascere confusione tra chi dice cosa. Inoltre, le trascrizioni in tempo reale, in arrivo a partire da quest’anno, offriranno all’utente un’opportunità in più di stare al passo con la conversazione e al termine saranno salvate automaticamente all’interno del meeting.

I teams saranno inoltre dotati di “Live Reaction”, con cui i partecipanti potranno reagire dal vivo utilizzando gli emoji visibili a tutti. Questa è una funzionalità di PowerPoint Live Presentations, che sarà anche integrata in Team. Permette al pubblico di sentirsi più coinvolto durante una presentazione.

Un nuovo tipo di meeting

Teams consentirà meeting per un massimo di 1.000 partecipanti. E fino a 20.000 persone saranno in grado di partecipare a presentazioni o discussioni all’interno dei team, introducendo un nuovo tipo di incontro.

Le app mobili Teams per iOS e Android presto funzioneranno con Cortana. Con l’assistente vocale, gli utenti saranno in grado di effettuare chiamate, partecipare a riunioni, inviare messaggi tramite chat e molto altro semplicemente con la voce. Questa nuova funzionalità dovrebbe essere disponibile “nelle prossime settimane”, inizialmente per gli utenti di lingua inglese della suite Microsoft 365 Enterprise negli Stati Uniti.

Infine, la nuova App Task (nuovo nome dell’applicazione Planner) offrirà presto anche una visualizzazione che raccoglie informazioni da To Do, Planner e Outlook.


Danilo Loda

author-publish-post-icon









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link