NVIDIA ha introdotto una piattaforma di progettazione di riferimento che consente alle aziende di creare rapidamente server basati su Arm con accelerazione GPU, guidando una nuova era di elaborazione ad alte prestazioni per una gamma crescente di applicazioni nel settore scientifico e industriale.

Annunciata dal fondatore e CEO di NVIDIA Jensen Huang alla conferenza sul supercalcolo SC19, la piattaforma di progettazione di riferimento – costituita da componenti hardware e software – risponde alla crescente domanda nella comunità HPC (High Performing Computing) di sfruttare una gamma più ampia di architetture CPU. Consente ai centri di supercomputer, agli operatori di cloud iperscale e alle aziende di combinare il vantaggio della piattaforma di elaborazione accelerata di NVIDIA con le più recenti piattaforme server basate su Arm.

ARM e GPU NVIDIA per il supercalcolo

Per costruire la piattaforma di riferimento, NVIDIA collabora con Arm e i suoi partner ecosistemici – tra cui Ampere, Fujitsu e Marvell – per garantire che le GPU NVIDIA possano funzionare perfettamente con i processori basati su Arm. La piattaforma di riferimento beneficia anche della forte collaborazione con Cray, una società Hewlett Packard Enterprise e HPE, due dei primi fornitori di server basati su ARM. Inoltre, una vasta gamma di società di software HPC ha utilizzato  le librerie NVIDIA CUDA-X  per creare strumenti di gestione e monitoraggio abilitati alla GPU che girano su server Arm.

NVIDIA 1

“C’è una rinascita nel calcolo ad alte prestazioni”, ha dichiarato Huang. “Le scoperte nell’apprendimento automatico e nell’IA stanno ridefinendo i metodi scientifici e offrendo interessanti opportunità per le nuove architetture. Portare le GPU NVIDIA in braccio apre le porte agli innovatori per creare sistemi per la crescita di nuove applicazioni dall’iperscale-cloud al supercalcolo exascale e oltre”.

Rene Haas, presidente di IP Products Group di Arm, ha dichiarato: “Arm sta lavorando con partner ecosistemici per fornire prestazioni ed efficienza senza precedenti per SoC basati su Arm di classe exascale. La collaborazione con NVIDIA per portare l’accelerazione CUDA nell’architettura Arm è una pietra miliare fondamentale per la comunità HPC, che sta già implementando la tecnologia Arm per affrontare alcune delle sfide di ricerca più complesse del mondo e guidare ulteriori progressi nei segmenti embedded, automotive e edge. ”

Il debutto della piattaforma di riferimento segue l’annuncio di NVIDIA all’inizio di quest’anno che porterà la sua  piattaforma software CUDA-X ad Arm . Adempiendo questa promessa, NVIDIA sta mettendo a disposizione in anteprima il suo kit di sviluppo software compatibile con Arm, costituito da librerie NVIDIA CUDA-X e strumenti di sviluppo per l’elaborazione accelerata.

Collaborazione per un più ampio ecosistema HPC

Oltre a rendere il proprio software compatibile con Arm, NVIDIA sta lavorando a stretto contatto con il suo ampio ecosistema di sviluppatori per portare l’accelerazione della GPU in Arm per applicazioni HPC come GROMACS, LAMMPS, MILC, NAMD, Quantum Espresso e Relion. NVIDIA e i suoi partner ecosistemici di applicazioni HPC hanno compilato un ampio codice per portare l’accelerazione della GPU nelle loro applicazioni sulla piattaforma Arm.

Per abilitare l’ecosistema Arm, NVIDIA ha collaborato con i principali distributori Linux Canonical, Red Hat e SUSE, nonché con i principali fornitori del settore di strumenti HPC essenziali.

I centri di supercalcolo leader a livello mondiale hanno iniziato a testare sistemi informatici basati su Arm con accelerazione GPU. Tra questi, Oak Ridge e Sandia National Laboratories negli Stati Uniti; l’Università di Bristol, nel Regno Unito e Riken, in Giappone.


Like it? Share with your friends!

Danilo Loda

author-publish-post-icon