Oracle Cloud Guard

Oracle Cloud Guard e Maximum Security Zones disponibili da oggi
Oracle rende disponibili per tutti i suoi strumenti di sicurezza cloud

2 min


Cloud Guard e Maximum Security Zones sono stati alcuni dei nuovi servizi di sicurezza sviluppati da Oracle nel settembre 2019. Offerti ai clienti Oracle Cloud senza costi aggiuntivi, aiutano ad automatizzare la risposta alle minacce e ridurre i rischi.

Oracle Cloud Guard e Maximum Security Zones proteggono dalle minacce nel cloud

Oracle Cloud Guard, ora disponibile in tutte le regioni commerciali, è progettato per monitorare continuamente attività e configurazioni nel tentativo di identificare e affrontare potenziali minacce. Lo strumento si integra direttamente con Oracle Cloud Infrastructure Services e si basa su tre componenti: target, che definiscono quali risorse devono essere esaminate; rilevatori, che identificano i problemi e avvisano gli utenti; e risponditori, che agiscono automaticamente quando viene rilevato un problema (ad esempio sospendendo utenti o interrompendo  istanze).

Oracle Maximum Security Zones è progettato per aiutare le organizzazioni a distribuire i carichi di lavoro cloud in modo sicuro e prevenire errori di configurazione applicando, al contempo, le migliori pratiche di sicurezza. Secondo Oracle, il servizio “estende la gestione degli accessi IaaS per limitare azioni o configurazioni non sicure utilizzando una nuova definizione di policy che si applica ai compartimenti cloud designati”. Maximum Security Zones include policy per servizi di infrastruttura come Networking, Object Storage, File Storage, Encryption e DBaaS.

I due servizi lavorano in tandem per rafforzare il cloud pubblico di seconda generazione di Oracle, che ha nella sicurezza uno dei suoi principali elementi fondativi.

oracle-erp in cloud“La sicurezza è da anni un elemento critico nella progettazione di Oracle Cloud. Crediamo che la essa debba essere un fattore fondativo e pre-incorporato nelle soluzioni, così che i clienti non debbano essere costretti a fare compromessi tra sicurezza e costi” ha commentato Clay Magouyrk, executive vice president, Oracle Cloud Infrastructure. “Con Oracle Cloud Guard e Oracle Maximum Security Zones offriamo automazione per la security e competenze specifiche integrate, permettendo ai clienti di portare con fiducia i loro carichi di lavoro business-critical su Oracle Cloud”.

Una delle aziende che ha utilizzato Oracle Cloud Guard è il gigante della consulenza Accenture.Accelerare la creazione di valore è ciò su cui si concentrano i nostri sforzi: le tecnologie Oracle e Oracle Cloud sono fondamentali per ottenere questo risultato. Le caratteristiche di Oracle Cloud Guard ci hanno colpito subito: l’impostazione, la facilità d’uso, i risultati immediati nell’evitare potenziali errori di configurazione” ha detto Chris Pasternak, managing director, Accenture. “Apprezziamo che tutto ciò sia disponibile senza costi ulteriori rispetto all’investimento in Oracle Cloud Infrastructure; è un’opportunità che mi offre ulteriori, solidi argomenti per le conversazioni che ho con i miei clienti riguardo al fatto che Oracle sviluppa Oracle Cloud tenendo in mente come prima cosa la sicurezza. Oracle Cloud Guard è un ottimo esempio di questo approccio”.

 


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link