NewsProdotti

Panasonic annuncia una collaborazione con Rohde and Schwarz Cybersecurity

Le due compagnie inizieranno a collaborare per offrire ai clienti nuove soluzioni IT mobili ad alti livelli di sicurezza.

Panasonic e Rohde & Schwarz Cybersecurity avviano una collaborazione, destinata ad accontentare tutti i clienti con elevati requisiti di sicurezza. L’incontro tra queste due compagnie permetterà la commercializzazione di nuovi prodotti in una versione “rinforzata”, dotata cioè di un sistema operativo maggiormente protetto da attacchi esterni. Un problema, quello dei cyberattacchi, ormai sempre più grave e per cui è necessario prendere precauzioni sempre maggiori.

Device Panasonic con il sistema R&S Trusted Mobile

Questa nuova partnership tra Panasonic e Rohde & Schwarz Cybersecurity è chiaramente rivolta a chi cerca dispositivi rugged e durevoli, ma ha anche importanti necessità in termini di cybersecurity. Si va ad esempio dalle forze dell’ordine o agli operatori di protezione civile o i vigili del fuoco, ma anche a tutti coloro che lavorano in settori con requisiti particolarmente alti in termini di sicurezza dei dati, come l’industria tecnologica o quella energetica.

Per loro, quindi Rohde & Schwarz Cybersecurity commercializzerà due device Android realizzati da Panasonic. Si tratta del Toughbooks FZ-T1, dispositivo da 5″ con lettore di codici a barre, e il Toughbook FZ-L1, un tablet da 7″. Su entrambi sarà disponibile R&S Trusted Mobile, sistema operativo Android potenziato in termini di sicurezza.

Questo software opera tramite due aree differenti: una più open, che funziona come un classico sistema Android, e una restricted. Quest’ultima è concepita come uno spazio sicuro per comunicare all’interno del network aziendale in maniera sicura. È possibile infatti accedere a risorse come e-mail, contatti, intranet e calendari tramite una VPN controllata e protetta.

È importante sottolineare che applicazioni e dati sono completamente separati tra le due modalità. In questo modo non è possibile un flusso volontario o meno di informazioni tra le due. In questo modo, l’area restricted è sempre al sicuro dalle azioni dell’utente.

panasonic rohde schwarz cybersecurity toughbook

Timo Unger, Country Manager D-A-CH di Panasonic Computer Product Solutions, ha dichiarato:

In molte aree di applicazione, la sicurezza IT dei dispositivi mobili è fondamentale. Che si tratti di polizia o di servizi di sicurezza, di industrie come quella energetica o sanitaria, la collaborazione con Rohde & Schwarz Cybersecurity ci consente di avere un partner ideale per poter operare come unico interlocutore, offrendo i nostri dispositivi mobili rugged – e a prova di guasti – in combinazione con un sistema operativo Android-based particolarmente sicuro“.

Olaf Siemens, Vice President Network & Endpoint Security di Rohde & Schwarz Cybersecurity, ha aggiunto:

Siamo entusiasti della nostra partnership con Panasonic. I tablet e dispositivi handheld TOUGHBOOK di Panasonic, insieme a R&S Trusted Mobile – il nostro sistema rinforzato e gestito centralmente – rappresentano la soluzione perfetta per chi non vuole scendere a compromessi né per la resistenza dei propri dispositivi, né per la loro sicurezza.

Panasonic è il fornitore di notebook e tablet rugged leader in Europa, nonché il produttore di dispositivi handheld con la più rapida crescita; grazie a questa collaborazione, Rohde & Schwarz Cybersecurity è pertanto in grado di offrire soluzioni complete, potenti e sicure“.

Per maggiori informazioni su Panasonic e sui servizi offerti da Rohde & Schwarz Cybersecurity vi invitiamo a visitare i rispettivi siti ufficiali.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker