Negli ultimi anni le aziende si sono concentrate su modelli di protezione tradizionali, focalizzati sull’infrastruttura e pensati per bloccare il perimetro. In realtà sono le persone, e non la tecnologia, ad essere il bersaglio dei cyber criminali. A dimostrarlo sono i dati raccolti dai ricercatori di Proofpoint: oltre il 99% degli attacchi IT viene attivato dalle persone.

Pensate che nel solo Q3 del 2018 i tentativi di phishing delle credenziali aziendali sono quadruplicati rispetto allo stesso trimestre del 2017. In generale poi le frodi via email sono aumentate dell’80%, una percentuale che sale al 192% quando si guarda al solo settore Education.

Da segnalare poi il vertiginoso incremento delle frodi tramite supporto clienti sui social media e di quelle basate sull’ingegneria sociale.

Ma quali sono i lavoratori a rischio? Beh, in realtà tutti. Gli attacchi non risparmiano nessuno. Un terzo di tutti gli attacchi del Q3 2018 ha colpito ruoli excetuvie e manager di alto livello, ma non mancano tentativi di phishing mirati ai collaboratori individuali, al middle management e a coloro che lavorano nei settori operations e produzione.


Like it? Share with your friends!

Team di redazione

author-publish-post-icon
L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.