sicurezza informatica BIOS dynabook

Il BIOS e l’autenticazione biometrica come imprescindibile prima linea di difesa
La sicurezza anche dal proprio laptop di casa

2 min


Se la sicurezza informatica era già alla base delle priorità aziendali, la sua importanza è aumentata ancora con la diffusione dello smartworking, che ha visto per molti lavoratori il passaggio all’home office e a macchine casalinghe. Alla base di un dispositivo sicuro ci sono due pilastri fondamentali, ovvero il BIOS e l’autenticazione biometrica. Scopriamo perché sono così importanti e come assicurarsi di scegliere un dispositivo adeguato.

La sicurezza informatica passa per BIOS e login biometrico

Le dritte di oggi arrivano da dynabook, azienda specializzata in macchine business e con quindi una consolidata conoscenza delle necessità di sicurezza professionali. Secondo il produttore, un BIOS sicuro permette di fermare qualsiasi cyber attacco prima ancora che il sistema operativo entri in funzione.

Queste precauzioni aiutano le aziende a proteggere adeguatamente i loro dispositivi”, ha dichiarato Massimo Arioli, Business Unit Director Italy, Dynabook Europe GmbH. “Allo stesso tempo, il rischio di diventare vittima di un attacco informatico è ridotto al minimo ed è così possibile lavorare in un’atmosfera totalmente priva di preoccupazioni.

Tutto parte dal BIOS

Per chi avesse bisogno di una rinfrescata, il BIOS (Basic Input-Output System) è quel programma che il computer esegue all’avvio e che si occupa, tra le altre cose, di lanciare poi il vero e proprio sistema operativo. È solitamente classificato come un firmware, quindi un programma molto più vicino all’elettronica del computer di un normale software, ed è anche un punto differenziazione tra le varie marche e modelli di PC. Se infatti per la maggior parte dei PC il sistema operativo installato (solitamente Windows 10) può differire nei programmi e nelle utilities ma non nella sostanza, il BIOS è diverso a seconda del produttore del PC. Questo determina anche un diverso livello di complessità e sicurezza.

Un primo punto di differenziazione riguarda il fatto che in realtà BIOS, in molti casi, è un termine improprio. Dal 2010 in poi, infatti, il BIOS tradizionale è stato sostituito, da molti produttori, con l’UEFI (Unified Extensible Firmware Interface), un programma analogo, ma più potente e facile da usare. L’UEFI ha però il difetto di essere anche meno sicuro, visto che lo stesso codice è utilizzato da diversi produttori. Per i cybercriminali basta quindi imparare a ‘bucare’ un modello di computer per mettere poi a rischio molti altri dispositivi.

Diventa quindi fondamentale prestare attenzione all’approccio adottato dal produttore dei computer di cui intendiamo fornirci. dynabook, ad esempio, sviluppa un proprio BIOS a partire sempre dallo standard UEFI, unendo così il meglio dei due mondi. Tra le funzionalità avanzate troviamo la possibilità di concedere diritti di accesso individuali sia dal lato software che dal lato hardware. Per ogni utente è poi configurabile l’utilizzo di determinati slot USB, così come è possibile render disponibili le modifiche delle password del BIOS solo dopo che si è passato un controllo di identità.

Il proprio corpo è la password

sicurezza informatica biometria dynabookUn ulteriore livello di sicurezza può essere dato dall’utilizzo di misure di autenticazione biometriche. Se infatti una password alfanumerica può essere eventualmente “rotta” con tentativi basati sulla forza bruta, lo stesso non può essere detto per le nostre impronte digitali o, se si ha una webcam a infrarossi, il nostro viso.

Questo non vuol dire che non sia necessario scegliere una password sicura, visto che spesso i sistemi offrono la possibilità si inserirla al posto del sistema biometrico. La presenza di questi sistemi però può essere comunque estesa anche all’interno del sistema operativo, per programmi e software specifici, aumentando gli ostacoli da superare per eventuali aggressori.

Maggiori informazioni sui prodotti e i servizi di dynabook disponibili sul sito ufficiale.

Bestseller No. 1
LEICKE Alimentatore 19V 6,32A 6,3A 120W Caricatore per Notebook...
  • Alimentatore 120W - 19V / 6.3A - Dimensione connettore: 5.5*2.5 mm con cavo corrente a norma europeo
  • Compatibilità: ACER Aspire 1200 1300 1302 1310 1350 1353LC 1353LM 1353XC 1355 1355LC 1355LM 1356LCi 1356LMi...
  • ASUS A6M A7 A7C A3000 A6000 F3 F3F F5 F5SR F451MA G50v G71Gx G71v G72Gx K93sv L8400 N90Sv Note NX90JQ P1 Pro50...
  • Toshiba Dynabook Serie | Toshiba Equium Serie | Toshiba Tecra Serie | Toshiba R840 R850 R940 R950 AC100 NB305...
  • Lenovo Delta Liteon Yakumo A350 G550 MITAC G530 A305 N500 PA-1900-24 FSP120-AAC EXA0904YH MD41300 MD40100...

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link