Soccerment parastinco smart copertina

Soccerment: il parastinco smart per allenarsi come un professionista

2 min


LAS VEGAS – Tra le startup presenti al CES 2020 di Las Vegas dedicate allo sport tech non poteva mancare un’azienda dedicata al calcio. È il caso di Soccerment, startup italiana realizzatrice dell’omonimo parastinco smart e della piattaforma dedicata di analisi delle prestazioni. Ci siamo fatti quindi raccontare il prodotto e il suo scopo da Federico Frellicca, Industrial Designer presso l’azienda.

Il parastinco smart di Soccerment

I parastinchi di Soccerment sembrano da fuori dei parastinchi perfettamente normali “ma dentro hanno una tecnologia che consente di raccogliere dati sulle prestazioni in modo molto più avanzato da quanto offerto dai vari wearable dedicati al calcio al momento.”

All’interno ci sono accelerometro, magnetometro e giroscopio più un’antenna GPS. Il tutto è collegato a questo calzare, questa sorta di sottocalza, con dei sensori tessili di pressione. Sono tre sensori, e questo ci permette di sapere quante volte colpisci la palla di destro e di sinistro e con che parte del piede: di collo, di taglio, di mezzo-esterno, etc etc”

Tutto questi dati sono poi analizzati e permettono di avere delle informazioni di alto livello molto importante per comprendere la prestazione del giocatore: ” Hai informazioni come il numero e qualità dei passaggi, dei tiri, la potenza di tiro, piuttosto che quanti cross, quanti lanci, quindi lunghezza del lancio, del tiro, del passaggio. Hai anche l’analisi della performance fisica, come la velocità massima piuttosto che il numero delle accelerazioni, il numero dei passi, la distanza percorsa durante la partita. Abbiamo infine diverse heat map che indicano la presenza del giocatore in campo durante la partita. Oltre ad una mappa della permanenza, abbiamo anche una heat map degli eventi, quindi divisa per passaggi, tiri, etc etc”

Questi dati sono disponibili al singolo giocatore attraverso l’app e ai coach e agli scout attraverso la piattaforma web: “Il giocatore apre la app e può vedere poi come ha performato in comparazione rispetto ai suoi compagni o rispetto ai giocatori dello stesso ruolo della stessa età. Oppure può vedere anche la propria performance rispetto a quella tipica di Lionel Messi o Cristiano Ronaldo, se vuole.

“Il confronto può anche utile nell’ottica del miglioramento specifico: l‘app o il coach ti dicono ‘ok, tu performi così, i giocatori del tuo stesso ruolo della tua stessa classe di età performano così, quindi devi migliorare qua, qua invece sei forte’. E, se sei abbonato al servizio, puoi avere anche un virtual coach che ti fa anche un training specifico individuale.”

Lo scouting tour che tocca la base della piramide calcistica

Da un punto di vista di piattaforma web, si tratta di un prodotto particolarmente utile per i talent scout “Questo strumento consentirà ai giovani di far parte di uno scouting tour, dove club come Manchester United e Barcellona possono attingere impostando i loro filtri e cercando il giocatore con le caratteristiche desiderate”. Per raggiungere questo obiettivo, però, il prodotto deve riuscire a raggiungere la base della piramide calcistica: La nostra visione è quella di aumentare l’obiettività della valutazione della prestazione calcistica, in modo da alzare la meritocrazia. Così facendo ci poniamo in mezzo tra il giocatore che sogna di diventare una football star e il top club che sogna di trovare un futuro campione.”

Soccerment e il suo prodotto sono ancora in una fase prototipale, dove stanno lavorando con dei club professionisti e ottenendo feedback utile a migliorare. La startup lancerà una campagna di preorders a maggio 2020 tramite KickstarterIndigogo. Le prime consegne partiranno poi verso la fine dell’anno.

Maggiori informazioni disponibili sul sito ufficiale.


Giovanni Natalini

author-publish-post-icon
Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione. Mi entusiasmo facilmente e mi interessa un po' di tutto: scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link