SolarWinds, fornitore di software di gestione IT, ha annunciato AppOptics Dev Edition, una versione gratuita della sua premiata soluzione SaaS per l’infrastruttura e la gestione delle prestazioni delle applicazioni (APM), AppOptics, che fa parte della suite APM dell’azienda.

AppOptics Dev Edition offre le stesse ricche funzionalità della soluzione AppOptics completa in una versione ridotta adatta agli ambienti di sviluppo, consentendo ai professionisti della tecnologia, in qualsiasi fase della migrazione APM, di testare, ottimizzare e risolvere i problemi delle applicazioni aziendali prima che diventino operative

Secondo il Magic Quadrant 2019 di Gartner per il monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni, le aziende fino al 2021 quadruplicheranno l’utilizzo delle funzionalità APM  per coprire la crescente domanda di capacità aziendali digitalizzate. Gartner si aspetta che le suite APM copriranno il 20% di tutte le applicazioni aziendali.

“La necessità di gestire applicazioni aziendali personalizzate è in aumento, esercitando nuove pressioni sui professionisti della tecnologia per monitorare le prestazioni e la disponibilità delle app in ambienti ibridi e cloud-native”, ha affermato Denny LeCompte, Senior Vice President and General Manager, Application Management di SolarWindsSolarWinds sta aiutando i professionisti della tecnologia ad alleviare questo onere e a limitare i costi e la complessità tradizionalmente associati alla maggior parte degli strumenti APM disponibili sul mercato, offrendo accesso gratuito alle caratteristiche e funzionalità APM di AppOptics”.

“Se un professionista della tecnologia sta appena iniziando ad utilizzare soluzioni APM o se sta cercando un modo per testare e risolvere i problemi delle app prima della loro operatività effettiva, AppOptics Dev Edition offre un valore reale per una varietà di casi d’uso delle applicazioni aziendali”.

Progettato per offrire visibilità end-to-end fino al livello della transazione, AppOptics aiuta gli utenti a dimostrare dove e quando le esperienze dell’utente finale non soddisfano i livelli di servizio previsti per mezzo di informazioni sulle prestazioni per ciascun elemento di una richiesta, fornendo informazioni sulla causa principale che genera colli di bottiglia delle prestazioni. AppOptics supporta applicazioni personalizzate in ambienti ibridi e cloud-native con ampio supporto linguistico.


Like it? Share with your friends!

Danilo Loda

author-publish-post-icon