Si chiama Sustainability Impact Rating ed è il primo algoritmo al mondo basato su strumenti internazionalmente riconosciuti per misurare, monitorare e comunicare la sostenibilità di un’azienda. Lo stessoè stato validato da Rina, in collaborazione con SASB (Sustainability Accounting Standards Board). L’algoritmo “made in Italy” è stato sviluppato da Ada Rosa Balzan col suo team in ARBalzan SI Rating.

Da noi (in Italia) la tematica della Sostenibilità è relativamente giovane e troppo spesso la si considera solo sinonimo di green, ambiente, efficientamento energetico, ma è anche sociale e governance, afferma Ada Rosa Balzan. I rating ESG stanno diventando il riferimento indispensabile di qualsiasi prodotto e servizio, l’unione europea sta accelerando molto su questo tema negli ultimi mesi, la finanza sostenibile ha sempre più peso anche nel nostro paese, la sensibilità dei consumatori è notevolmente cresciuta e lo stesso valore reputazionale di una società deriva per il 40% dalle sue performance sulla sostenibilità”.

Sustainability Impact RatingAda Rosa Balzan, è considerata una dei massimi esperti di sostenibilità in Italia grazie a competenze maturate in oltre 20 anni di studi e progetti realizzati,tra cui una delle prime tesi di ricerca sul turismo sostenibile.

Sustainability Impact Rating al servizio delle aziende

Sustainability Impact Rating, abbreviato in SI Rating, è in pratica una piattaforma facile, intuitiva che mancava alle aziende visto che ora hanno l’opportunità di valutare le proprie performance sul loro sistema di gestione della sostenibilità. Da questo possono creare un piano strategico aziendale e approntare la relativa comunicazione basandosi su dati oggettivi per non incorrere nel rischio di “green washing.” Grazie alla nuova piattaforma le aziende possono ora migliorare la loro brand reputation,  e di conseguenza rafforzare l’attuale posizionamento sul mercato e considerare nuove aree d’azione.

SI Rating, il primo strumento integrato, agile e tempestivo che permette alle imprese italiane di valorizzare la propria strategia di sostenibilità. Non è un punto di arrivo ma un punto di partenza per creare una strategia consapevole, oggettiva e misurabile di sostenibilità» dichiara Ada Rosa Balzan.


Danilo Loda

author-publish-post-icon