fbpx
ScenarioSoluzioni

Zebra MotionWorks: dall’NFL la tecnologia per la nostra azienda

Zebra, pronunciato all’inglese “Zibra”, è un’azienda americana forse poco conosciuta in Italia che realizza soluzioni tecnologiche per tracciare merci e prodotti con l’obiettivo di ottimizzare i processi aziendali. Tracciare è un concetto molto ampio, si passa dal settore retail, dove è indispensabile gestire al meglio magazzini con innumerevoli prodotti, che vengono venduti su diversi canali, al settore manifatturiero, dove l’ottimizzazione delle scorte e dei processi produttivi diventano un fattore chiave per la profittabilità e l’efficienza aziendale. Zebra realizza soluzioni complete per ogni settore, partendo da tutti gli strumenti necessari per “etichettare” i prodotti, come stampanti di codici a barre, palmari, scanner e RFID, tecnologia questa che sta prendendo sempre più piede. Una volta che i prodotti sono etichettati, Zebra mette a disposizione delle aziende una serie di soluzioni per tenere traccia e gestire tutti i movimenti dei prodotti. Un esempio è la piattaforma MotionWorks, basata sulla tecnologia RFID, che permette di tracciare non solo la localizzazione, ma anche le condizioni e lo stato operativo di ogni prodotto. Per chiudere il cerchio, Zebra propone Savanna, una piattaforma di “data intelligence”, che analizza in tempo reale i dati provenienti dai prodotti per offrire insight a chi poi deve controllare e gestire i processi aziendali.

Zebra: partner ufficiale della NFL

Dal 2014 Zebra è partner ufficiale della NFL, la lega professionistica di football americano, tracciando in tempo reale i movimenti dei giocatori sul campo di gioco. Nelle divise di tutti i giocatori è inserito un chip RFID che, oltre a tenere traccia della posizione, monitorizza una serie di parametri dei giocatori. Tutti questi dati sono utilizzati sia dalle squadre per analizzare gli spostamenti dei giocatori sul campo e come risponde il loro fisico, ma anche dalle emittenti televisive per proporre delle statistiche in tempo reale e riproporre le “tracce” seguite dai giocatori nelle azioni più interessanti. Un po’ come nella Formula 1, dove le innovazioni tecnologiche vengono provate per la prima volta e poi l’esperienza viene sfruttata anche nelle automobili di serie, così anche nel settore della tracciabilità, Zebra ha sfruttato l’esperienza maturata nell’NFL per proporre soluzioni innovative alle aziende. Aziende di tutte le dimensioni, perché se è vero che molti clienti di Zebra sono aziende di grandi dimensioni, è altrettanto vero che le soluzioni MotionWorks possono trovare spazio in aziende di qualsiasi dimensione che hanno la necessità di tracciare merci e prodotti.

MotionWorks: per aziende di qualsiasi dimensione

Zebra Motionworks

Abbiamo avuto l’occasione di incontrare Ugo Mastracchio, Sales Engineer Manager di Zebra Italia, che ha condiviso con noi delle interessanti considerazioni. 

TP: Zebra è da anni un partner della NFL. Cosa significa collaborare con una lega di sport professionistico americano?

Zebra: In qualità di fornitore ufficiale della tecnologia di tracciamento sui campi da gioco dell’NFL, Zebra Technologies si è impegnata a supportare l’iniziativa “Next Gen Stats”, promossa dalla lega, abilitando l’NFL alla raccolta in tempo reale dei dati relativi alla localizzazione e dandole la capacità di registrare anche la velocità e l’accelerazione di ogni giocatore, in ogni partita, ovunque si trovi sul campo. Nella sua applicazione al campo da gioco la tecnologia permette all’NFL di utilizzare i dati nello  stesso modo in cui li utilizzano le aziende, permettendo ai team di monitorare le performance degli atleti, offrendo consigli utili per potenziare gli allenamenti e migliorando l’esperienza dei fan con statistiche dettagliate in tempo reale.

TP: Come l’esperienza di Zebra con la NFL si è trasferita sui prodotti e servizi che vengono offerti ai clienti?

Zebra: La nuova soluzione MotionWorks di Zebra fa leva sull’esperienza ventennale dell’azienda nell’innovazione legata alle tecnologie connesse. Zebra ha strutturato e progettato queste soluzioni partendo dalle funzionalità delle soluzioni Visibility Server Software, MPact e Sport Location Solution, espandendole sulla base dei successi e degli insegnamenti disponibili grazie alla propria esperienza.

Attuare una localizzazione precisa e in tempo reale di numerosi elementi, mostrandola in televisione e con milioni di spettatori, è un compito complesso che lascia poco margine di errore. Zebra, grazie all’esperienza con l’NFL, ha raffinato gli algoritmi, la scalabilità, le interfacce, i processi di implementazione, di supporto/gestione e di elaborazione in modo da assicurare la qualità dei dati forniti e garantire la soddisfazione dei clienti. Tutto questo è alla base della nuova soluzione MotionWorks per la localizzazione.

TP: Nel panorama italiano le piccole e medie imprese giocano un ruolo fondamentale. Come Zebra può essere di supporto a questo tipo di aziende che hanno delle esigenze molto specifiche?

Zebra: Per venire incontro alle necessità delle PMI, Zebra Technologies ha reso le proprie soluzioni ampiamente scalabili, in questo modo, grazie all’esperienza di Zebra e dei suoi partner sul territorio italiano, aziende di ogni dimensione possono accedere al portafoglio dell’azienda, personalizzando al massimo la tecnologia, adeguandola al loro modello di business e ricavandone gli stessi benefici. Si tratta di una strategia applicata dall’azienda sia nelle soluzioni più articolate che includono diversi sistemi hardware e software, come la soluzione SmartLens per il retail presentata nel 2017, che nei propri dispositivi enterprise, come ad esempio il nuovo TC25, pensato proprio per le PMI e particolarmente richiesto dal mercato italiano e spagnolo. Per le PMI l’innovazione dei processi è un aspetto fondamentale per differenziare i propri servizi e ottimizzare i costi, solo in questo modo è possibile infatti incrementare la produttività e la qualità, e avere successo in un mondo globalizzato.

Tags

Vittorio Manti

Gamer per passione da quando avevo 9 anni e chiesi come regalo della comunione una console invece della bicicletta (era il lontano 1979), da oltre vent’anni scrivo di tecnologia e videogiochi e ho diretto alcune delle testate più importanti del panorama editoriale italiano, come Il Mio Computer, Chip e negli ultimi anni Euronics Movies&Games.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker