Dynabook

In un ambiente dove la tecnologia ha assunto un ruolo sempre più importante – tramite 5G, potenzialità e minacce informatiche ad essa collegate e mobile working – Dynabook ha voluto proporre il nuovo modello “PC as a service”, ideato per rendere le aziende più competitive.

Il modello “PC as a Service” di Dynabook

Alla base di ogni azienda vi sono una serie di decisioni, che i responsabili IT devono prendere confrontandosi ogni volta con le tre principali evoluzioni del panorama IT:  l’imminente arrivo del 5G, la sempre maggiore varietà delle minacce informatiche e la diffusione del mobile working.

Fondamentale in un ambiente di questo tipo è proprio il ruolo della tecnologia che, per questo, deve essere sostenuta tramite l’adozione delle soluzioni più “giuste”, implementate in modo rapido, facile ed efficace.

In questo senso Dynabook ha voluto proporre “PC as a Service”, modello all’interno del quale i dispositivi e i servizi aziendali non vengono acquistati, ma forniti in abbonamento.

Un meccanismo simile sarebbe la soluzione perfetta per garantire, in ambito business, un aggiornamento tecnologico costante, perfetta per permettere alle aziende di evolversi ed essere competitive.

[amazon_link asins=’B07KPM58FX,B0151KM6F0,B076DWV18J’ template=’ProductCarousel’ store=’tecbusmi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’632a0dc9-37c7-41c1-8eba-ea0bdb1ac4c4′]

Massimo ArioliBusiness Unit Director Italy della società, parlando del modello “PC as a Service” ha affermato quanto quest’ultimo potesse essere importante, grazie alla sua capacità di rendere i dispositivi perfettamente integrati e facili da usare per i lavoratori. 

Allo stesso tempo un modello simile porterebbe con sé dei rischi: l’utilizzo semplice potrebbe infatti spingere i dipendenti a preferirli a quelli business, e ad utilizzarli proprio al loro posto, con i relativi rischi per la sicurezza!

Proprio per questo i responsabili IT devono assicurarsi, oltre all’avvenire della corretta integrazione dei dispositivi, anche il continuo aggiornamento di questi ultimi, in modo tale da rendere le aziende sempre più competitive e capaci di evolversi con il panorama tecnologico.

Cosa pensate del nuovo modello proposto dalla società?


Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
                  Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra             Newsletter!

                                  Tranquillo, ti disturberemo solo
                                     una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link









 




 

 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link