Federico Rigoni è stato nominato Chief Revenue Officer di TIM e risponder direttamente  all’amministratore delegato, in sostituzione di Lorenzo Forina (che risulta titolare di 50.000 azioni ordinarie di TIM) che lascerà l’incarico.

La carriera di Federico Rigoni

Federico Rigoni è entrato nel Gruppo ad aprile del 2019 con il ruolo di Chief Procurement Officer. L’approdo in TIM arriva dopo aver acquisito negli ultimi 15 anni un’approfondita conoscenza dell’Industry e del mercato dell’ICT grazie alla quale è arrivato a ricoprire importanti responsabilità manageriali, prima in Nokia e poi in Ericsson, fino ad assumere per entrambe le aziende la carica di amministratore delegato delle attività italiane.

Più valore alla struttura commerciale

La nomina di Rigoni si inserisce nell’ambito di un processo di riorganizzazione della struttura commerciale del Gruppo, finalizzata a rafforzare la strategia commerciale, accrescendo il valore del cliente, Questo grazie anche alle nuove opportunità offerte dall’introduzione della tecnologia 5G, alla distribuzione dei contenuti e dei prodotti e servizi collegati agli sviluppi dell’offerta Cloud, Edge computing e Internet of Things.

La carica di Chief Procurement Officer, assegnata fino ad oggi a Rigoni, viene temporaneamente ricoperta ad interim dall’Amministratore Delegato. L’azienda ci tiene a sottolineare Federico Rigoni non risulta titolare di azioni della società.


Danilo Loda

author-publish-post-icon