fbpx
FeaturedSoluzioni

Google Cloud Summit: le tecnologie cloud al servizio delle imprese italiane

Oltre 30 aziende clienti e ben 2.500 partecipanti hanno fatto da cornice al Google Cloud Summit di Milano

Intelligenza artificiale, smart mobility, multi-cloud e sicurezza. Questi sono solo alcuni dei temi che sono stati affrontati durante il Google Cloud Summit che si è tenuto a Milano e che ha visto la presenza di oltre 30 aziende clienti  e ben 2.500 partecipanti.

Fabio Fregi, Country Manager di Google Cloud per l’Italia ha commentato: “Siamo onorati della partecipazione al Google Cloud Summit, anche quest’anno, di aziende prestigiose e importanti esperti del settore. Lavoriamo fianco a fianco delle imprese e delle organizzazioni italiane per supportare la loro innovazione con tecnologie all’avanguardia, dall’intelligenza artificiale a piattaforme integrate che offrono la massima flessibilità per lavorare in cloud. Le testimonianze di oggi sono la dimostrazione che, anche in Italia, Google Cloud è un partner d’eccellenza per i più importanti progetti di trasformazione digitale”.

Google Cloud Summit 2019

Sessioni per discutere il futuro

La giornata è stata costellata da oltre 40 sessioni parallele che hanno visto come temi principali la modernizzazione delle infrastrutture, la sicurezza, lo sviluppo delle applicazioni e la gestione dati intelligenza artificiale.Tra le maggiori tendenza che i partecipanti hanno messo a fuoco non manca l’esigenza di avere soluzioni multi-cloud che possono coesistere con diversi fornitori. Non da meno è sorta l’esigenza di avere soluzioni di intelligenza artificiale che siano alla portata di ogni azienda e anche molto semplici da realizzare e utilizzare. Infine è stato posto l’accento sullo sviluppo di soluzioni adatte ai diversi campi dell’industria come la vendita al dettaglio. Google dal canto suo offre già soluzioni per le tre tendenze evidenziate: Anthos, Cloud AutoML e Google Cloud for Retail.

Google Cloud Summit 2019_9

Generali e Telepass adottano soluzioni Google Cloud

Tra le varie aziende partecipanti due di queste sono forse l’esempio più concreto di come il business possa migliorare utilizzando le soluzioni cloud di Google. Ad esempio Generali ha stretto una partnership con Google per l’utilizzo del cloud che per rendere al passo con i tempi l’offerta verso cliente retail e corporate. Questa partneship sarà pilotata dall’Italia verso tutti i paesi dove è presente Generali.

Francesco Bardelli, Ceo di Generali Jeniot e Chief Business Transformation Officer di Generali Italia: “In Generali stiamo ridisegnando il modo di fare assicurazione e di offrire servizi ai clienti: oltre a protezione e sicurezza intendiamo offrire più servizi di prevenzione e assistenza, e insieme alla Rete distributiva, una nuova modalità di interazione basata su immediatezza e semplicità. Forti della nostra expertise negli advanced analytics e nella connected insurance, testimoniata dalla recente nascita della società Generali Jeniot, oggi attraverso questa partnership acceleriamo ulteriormente nello sviluppo di servizi innovativi e nella costruzione di nuovi ecosistemi”.

Altro cliente enterprise di Google Cloud è Telepass che l’ha scelto per la migrazione dell’intera infrastruttura e la gestione smart dell’analisi dati e dei carichi di lavoro.

Gabriele Benedetto, AD di Telepass, ha dichiarato: “Stiamo ampliando rapidamente la nostra offerta legata al mondo della mobilità: partendo dall’auto di proprietà, abbiamo sviluppato nuovi servizi per facilitare la vita dei nostri clienti, quando si muovono in ambito urbano e extraurbano. Dopo aver raggiunto la leadership nel pedaggio europeo, ora la nostra ambizione è intercettare le necessità dei clienti di Telepass, mettendo a disposizione le migliori soluzioni attraverso un sistema di acquisto rapido, sicuro e affidabile. Telepass è stata la prima azienda tecnologica in Italia a sviluppare sistemi di pagamento digitali, che ha continuamente innovato nel tempo. Oggi, grazie alla collaborazione con Google Cloud, miriamo a diversificare ancora più velocemente i nostri servizi e a valorizzare, a vantaggio dei clienti, la mole di dati che gestiamo”.

Tags

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker