infinibox

InfiniBox, la soluzione storage di Infinidat scelta da IFOM

1 min


Infinidat è stato scelto da IFOM come partner di riferimento per la nuova infrastruttura storage dell’istituto di ricerca, all’avanguardia nello studio della formazione e dello sviluppo di tumori a livello molecolare. Le funzionalità storage offerta dalla soluzione Infinibox ha consentito ai ricercatori dell’istituto di ottenere tempi di accesso ai dati dieci volte più veloci rispetto all’infrastruttura precedente, oltre a un livello unico di affidabilità nel mercato.

Perchè IFOM ha scelto Infinidat

IFOM ha indetto un bando di gara per l’analisi delle soluzioni disponibili sul mercato. Questa è stata completata in tre mesi. IFOM, a settembre 2018, ha scelto la soluzione storage di Infinidat. per la precisione InfiniBox F4260, con 1PB di capacità fisica, che è stato collegato al cluster computazionale per gli studi genomici dell’Istituto, connesso attraverso protocolli NFS.

infiniboxL’implementazione di InfiniBox

Il processo è stato coordinato da Igal Janni, CIO di IFOM, che ha incontrato i team di ricerca per raccogliere spunti e richieste concrete. Dal confronto è risultata evidente la necessità di implementare una soluzione IT realmente innovativa, per affrontare, gestire e analizzare la grande quantità di dati provenienti dall’elaborazione dei dati genomici. Tutti i ricercatori necessitavano di cluster computazionali a elevate prestazioni, con accesso rapido e simultaneo ai dati storage, senza alcuna eccezione.

“Dopo un intenso confronto tecnico con il team di Infinidat, abbiamo deciso di procedere rapidamente con un Proof of Concept (POC) di un mese,spiega Janni. “Il periodo di prova è stato incredibilmente positivo e abbiamo deciso di acquisire immediatamente la soluzione, iniziandone l’implementazione”. “Era fondamentale che il processo fosse rapido e senza intoppi,” prosegue Janni, “l’installazione è stata infatti impeccabile”.

“Si parla spesso dei Big Data e di quanto questo nuovo paradigma influenzi nei fatti il modo di lavorare delle organizzazioni. Mai come nel mondo della ricerca questo trova un’applicazione concreta sul campo, per la grande quantità di informazioni che i ricercatori si trovano a processare in tempi brevi, per raggiungere obiettivi la cui importanza va oltre il semplice business”, spiega Donato Ceccomancini, Country Manager di Infinidat.È per noi motivo di orgoglio supportare una realtà come IFOM nelle sue attività critiche, mettendo a loro disposizione la grande potenza e l’eccezionale affidabilità della nostra soluzione InfiniBox, in una collaborazione che speriamo possa durare e crescere nel tempo”, conclude Ceccomancini.


Danilo Loda

100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link