LG ProBeam Laser 4K copertina

La nostra recensione del proiettore business LG ProBeam Laser 4K
Un dispositivo potente, smart e versatile per la vostra attività

3 min


Nonostante la sempre più diffusa presenza di schermi-lavagnedisplay di alta qualità, i proiettori rimangono tra i dispositivi più adatti per presentazioni, seminari e altri usi professionali. Tra i vari modelli, oggi vi presentiamo la recensione dell’LG ProBeam Laser 4K BU50NST, un proiettore ad altissima risoluzione e luminosità capace di adattarsi a qualunque ambiente, dotato inoltre di diverse funzionalità smart.

LG ProBeam Laser 4K proiettore telecomandoLa nostra recensione del proiettore LG ProBeam Laser 4K

Il proiettore di LG si presenta come un dispositivo dal design estremamente pulito e minimalista, adatto a qualsiasi ambiente. Dal punto di vista delle dimensioni e della portabilità, invece, se la prime sono alla fine relativamente contenute, la seconda è leggermente inficiata dal peso importante (quasi 10kg) dell’unità.

Per gestire il proiettore si devono utilizzare sia il telecomando incluso che i comandi presenti sul corpo. Questi ultimi servono sia a navigare il menu che a regolare la posizione, il fuoco e lo zoom dell’immagine. Il telecomando utilizza la tecnologia a infrarossi per comunicare con il proiettore: una scelta semplice, universale ed economica, ma che fallisce in alcune situazioni dove non c’è visibilità tra il telecomando e i due ricevitori IR, posizionati frontalmente e posteriormente. Considerata la presenza del Bluetooth all’interno del dispositivo, sarebbe stato forse più affidabile un telecomando collegato anche o esclusivamente tramite questa tecnologia.

Adatto a qualsiasi ambiente

Uno dei punti di forza di questo proiettore è sicuramente la sua flessibilità. La funzionalità Lens Shift permette di spostare l’immagine del 20% orizzontalmente e del 50% verticalmente. Questo, insieme allo zoom integrato fino a x1.6 e all’allineamento calibrato su 12 punti, permette di installare il dispositivo in qualunque ambiente, senza troppi problemi legati al posizionamento e alla distanza minima per la proiezione.

LG ProBeam Laser 4K presentazione
La qualità della proiezione non è facile da riprendere fotograficamente

Anche la luminosità ambientale non è un problema: a meno di una forte illuminazione diretta (come ad esempio il sole al tramonto che entra da una finestra orizzontalmente), l’immagine rimane sempre luminosa contrastata, grazie alla luminosità di 5000 ANSI Lumen, decisamente maggiore dei più comuni 3000 di molti proiettori.

La risoluzione di Ultra HD 4K (3840×2160), il supporto al formato HDR10 e la diagonale proiettabile massima di 300 pollici sono poi in grado di rendere giustizia a qualsiasi contenuto, statico dinamico che sia. Per valorizzare al massimo ogni tipologia di utilizzo, sono presenti diverse opzioni, che aggiustano contrasto, colore luminosità di conseguenza.

Smart e versatile

Oltre alle capacità tecniche di proiezione, il ProBeam di LG è dotato anche di un ‘cervello’ smart e connesso. A dare vita al tutto è il sistema operativo webOS 4.5, che permette di gestire in maniera completa ogni aspetto della proiezione e della connettività. Il ProBeam è infatti capace di connettersi direttamente ad Internet, sia tra WiFi che via cavo Ethernet, e ad altri dispositivi tramite Bluetooth. Il supporto alla funzionalità Miracast Screen Share, insieme al sopracitato Bluetooth, permette di proiettare i propri contenuti senza bisogno di dispositivi aggiuntivi. Non manca poi la possibilità di riprodurre contenuti multimediali direttamente da un supporto di memoria USB.

LG ProBeam Laser 4K porteDal punto di vista delle porte, troviamo due ingressi HDMI, due porte USB di tipo A, un ingresso VGA e una già citata porta Ethernet. Ad affiancare quest’ultima è una seconda porta, all’apparenza identica, ma destinata al supporto dello standard HDBaseT. Si tratta di uno standard di collegamento multimediale ad alta velocità per dati non compressi. Con un unico cavo è quindi possibile far passare audio e video di altissima qualità, insieme anche alla connettività Internet.

LG ProBeam Laser 4K recensione: il nostro giudizio

È difficile trovare un vero difetto all’LG ProBeam Laser 4K. Eccelle o comunque si rivela ottimo in tutte le caratteristiche base richieste da un proiettore ed è in più dotato di alcuni assi nella manica, come la possibilità di spostare anche di molto l’immagine proiettata o la presenza dello standard HDBT per la trasmissione dei contenuti.

Il suo prezzo, che supera i 2500€, può sembrare elevato, ma in realtà in linea con quello di altri modelli di proiettori professionali, e in questo caso è pienamente giustificato dalle funzionalità e le caratteristiche viste. Se quindi siete in cerca di una soluzione per il vostro business, il proiettore di LG potrebbe fare al caso vostro.

LG ProBeam Laser 4K

Pro Pros Icon
  • Luminosità, contrasto, risoluzione e qualità elevate
  • -Flessibilità di posizionamento
  • Buona qualità audio
  • Ottima connettività, sia cablata che senza fili
Contro Cons Icon
  • Telecomando infrarossi potenzialmente scomodo con il proiettore posizionato alle proprie spalle
  • Abbastanza pesante, si può trasportare ma non in maniera comoda


Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione e alla divulgazione. Estremamente curioso e interessato a quasi tutto: scienza, tecnologia, società, ma anche fumetti, podcast, internet culture e videogiochi.