Modis, società attiva in ambito ICT e ingegneria, che fa parte di Adecco Group, è entrata a far parte del progetto Comp4Drones, che si pone come obbiettivo quello di utilizzare i droni in ambito civile per tutte quelle complesse operazioni che richiedono questi dispositivi nei settori, agricoltura, trasporti, sicurezza, costruzioni e logistica.

Modis & Co. per i droni nell’agrcoltura

Comp4Drones è un progetto a livello europe di R&D composto da 49 aziende in arrivo da Belgio, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Lettonia, Francia, Austria e, ovviamente Italia. Finanziato dal programma ECSEL, può contare su un budget di circa 30 milioni di euro. Modis, insieme ad altri partner italiani, quali Topview, Aitronik, l’Università degli Studi di Sassari e l’Università degli Studi de L’Aquila, si occuperà di trovare un utilizzo dei droni per l’agricoltura intelligente e di precisione.

Più precisamente verranno studiate le tecniche fondamentali per integrare i droni nel futuro U-Space rendendoli indipendenti e affidabili durante le manovre di volo sui territori da monitorare e rendendo le comunicazioni sicure e autenticate.

Il compito di Modis

Modis, in particolare, si occuperà da un lato di gestire gli algoritmi alla base della navigazione autonoma del drone, anche con il supporto dell’intelligenza artificiale. Dall’altro, è coinvolta nel gruppo di lavoro sulla sicurezza nelle comunicazioni, con la progettazione di algoritmi in grado di riconoscere i possibili malfunzionamenti del sistema dovuti a signal hijacking anche in questo caso grazie anche all’impiego di tecniche di intelligenza artificiale. Il progetto, partito ad ottobre di quest’anno avrà una durata di 3 anni, quindi si concluderà ad ottobre 2022.

modis agriculture

Far parte del progetto Comp4Drones è per noi un onore e una bellissima opportunità”, ha dichiarato Roberto Mansolillo, Managing Director di Modis in Italia.Il settore della ricerca & sviluppo è per Modis sempre più importante. Ci entusiasma sia l’idea di mettere i nostri professionisti al lavoro sulle tecnologie che trasformeranno in maniera positiva il nostro futuro, come nel caso di questo progetto, sia l’idea di svolgere un vero e proprio lavoro di squadra in sinergia con altri partner italiani e internazionali”.


Like it? Share with your friends!

Danilo Loda

author-publish-post-icon