FeaturedNewsStartup

Paladin in cerca di fondi su CrowdFundMe

Avete mai sentito parlare di Paladin? Si tratta di una startup creata nel 2017 da Nicola Fusco con un obiettivo molto chiaro: permettere il noleggio di prodotti prima di acquistarli.

Il funzionamento è semplice: le aziende interessate inviano i campioni ai magazzini di Paladin che li inserisce nel proprio catalogo. Viene quindi innescato un tamtam mediatico per raggiungere il pubblico specifico cui è destinato quel prodotto, proponendone il noleggio ad un costo giornaliero che ammonta a circa il 5% del prezzo di listino.

In questo modo facciamo marketing per l’azienda che ci ha inviato il prodotto, ma lo facciamo in maniera completamente nuova. Non proponiamo l’acquisto di una console di gioco o di un robot da cucina, ma offriamo la possibilità di riceverlo a casa gratuitamente e provarlo pagando una frazione del suo prezzo. Al termine del noleggio, se l’utente vorrà acquistarlo potrà farlo con uno sconto aggiuntivo del 15% e noi, dopo aver ritirato a nostre spese il prodotto noleggiato, ne invieremo uno completamente nuovo – spiega Fusco, CEO dell’azienda – Ma c’è di più. Quando il prodotto non viene acquistato, Paladin invia comunque un breve questionario al cliente, per comprenderne le motivazioni. Si tratta di un’ulteriore operazione di marketing che per le aziende è vitale. Capire perché un prodotto non si vende è un’informazione preziosissima”.

Diverse le aziende che hanno deciso di aderire a Paladin. Troviamo infatti Sony, Garmin, Rowenta, Polaroid, JVC, Kenwood e tanti altri. Insomma, non proprio gli ultimi arrivati.

La campagna su CrowdFundMe

Paladin è indubbiamente un servizio interessante ed innovativo, ma ha bisogno di crescere ed espandersi. È qui che entra in gioco la campagna su CrowdFundMe, la piattaforma italiana di equity crowdfunding quotata in Borsa. Lo scopo infatti è quello di aumentare il capitale per potenziare ulteriormente il servizio, espanderlo a nuovi mercati e migliorare l’infrastruttura. I primi obiettivi? Spagna e Olanda.

L’obiettivo fissato è di 130.000 euro, ma attenzione! Manca meno di un mese alla chiusura della campagna. Se volete dare il vostro contributo, vi restano quindi pochi giorni.

Per saperne di più potete visitare la pagina ufficiale della campagna.

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker