fbpx
Scenario

Studio Microsoft: le aziende che innovano hanno più possibilità di crescere

In Italia il 90% dei dipendenti delle realtà più innovative è più propenso a restare in azienda, contro il 62% di chi lavora in imprese meno innovative e più soggette a turnover.

Microsoft ha presentato i risultati di un’indagine condotta a livello europeo che ha coinvolto 9.113 lavoratori in 15 Paesi europei. Per l’Italia sono stati intervistati oltre 500 impiegati e 110 manager. La ricerca si è focalizzata sull’evoluzione dei modelli di lavoro e sull’approccio di manager e dipendenti alla trasformazione digitale.

La cultura dell’innovazione fa bene alle aziende

Dallo studio è emerso che migliorare la cultura sul posto di lavoro può facilitare e portare enormi benefici al business. Non sorprende quindi che le aziende fondate su una “cultura dell’innovazione”, hanno il triplo delle probabilità di raggiungere una crescita a doppia cifra: il 22% degli intervistati italiani delle aziende più innovative ha infatti dichiarato di aspettarsi una crescita a doppia cifra nel corso dei prossimi cinque anni, rispetto al 7% delle aziende meno innovative. Se la crescita è un fattore importante per le aziende che innovano, non da meno è la possibilità che offrono di attrarre e trattenere più facilmente i talenti. Infatti la maggior parte dei lavoratori di queste società (90%) intende restare in azienda, rispetto al 62% di chi lavora in organizzazioni con una cultura meno innovativa e che vede maggior turnover.

studio microsoft 1

Tempo perso

Il primo passo per trasformare la cultura aziendale è cambiare le abitudini di lavoro che fanno perdere tempo. Gli italiani intervistati hanno infatti dichiarato di sprecare il 59% del proprio tempo in riunioni ed email inutili, interruzioni non necessarie e ricerca delle informazioni.Gli italiani che hanno l’opportunità di lavorare in modo più fluido e focalizzato, e di conseguenza di rendere le proprie attività più efficienti, hanno tre volte più probabilità di essere felici sul posto di lavoro (58% vs 16%).

Collaborazione all’interno del team elemento strategico

Altro dato rilevente emerso dallo studio riguarda la collaborazione all’interno dei team: il 90% degli intervistati italiani considera questa caratterstica un elemento strategico per la crescita aziendale e l’88% crede che collaborare con i propri partner sia vitale per lo sviluppo del business.

Ad aiutare la collaborazione ci pensano i tool creati ad hoc che permettono di semplificare lo scambio di informazioni e il coinvolgimento dei dipendenti nei processi decisionali. Questo si evince dal 62% degli italiani che accedono a questi strumenti che dichiara di trovare semplice la condivisione di informazioni, contro il 20% di chi non vi accede, e il 54% afferma di organizzare facilmente riunioni, rispetto al 20% di chi non può avvalersi dei tool di collaborazione.

kaspersky-open innovations program-1

La cultura innovativa passa dalle opinioni

Lo studio Microsoft evidenzia infine che una cultura innovativa passa anche dalla possibilità dei dipendenti di poter esprimere la loro opinione (75% vs 42%) e accettare più serenamente di commettere errori (62% vs 37%).

“La tecnologia è un grande aiuto per le aziende italiane che intendono innovare il proprio ambiente di lavoro, ottimizzando produttività, collaborazione, flessibilità e accessibilità e permettendo a ciascuno di lavorare ovunque, in qualunque momento e da qualsiasi dispositivo.  Non solo tecnologia, nel nostro Paese è indispensabile anche un cambio di passo a livello di cultura aziendale per abbracciare le opportunità offerte dall’innovazione e Microsoft s’impegna da sempre a supportare le organizzazioni nel definire nuovi modelli di lavoro flessibili e orientati alla collaborazione”, ha commentato Barbara Cominelli, Direttore Marketing & Operations di Microsoft Italia. “Oggi, Cloud Computing e Intelligenza Artificiale offrono un valido supporto per ottimizzare l’esperienza lavorativa e potenziare le capacità umane. Le moderne soluzioni di produttività e collaborazione, come quelle incluse in Microsoft 365, permettono infatti alle persone di migliorare la gestione del proprio tempo, di trovare più velocemente le informazioni di cui hanno bisogno, di collaborare senza confini e di esprimere al meglio il proprio potenziale, il tutto con una migliore flessibilità e gestione del work-life balance”.

Tags

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker