News

Smart glass e business, le rivelazioni dell’ultima ricerca Toshiba

L’idea alla base degli smart glass sta iniziando ad avere un discreto impatto su diversi settori industriali, dalla manifattura e logistica fino alla sanità e alla sicurezza.

La loro scarsa diffusione non ha frenato Toshiba dal condurre un’interessante ricerca, rivelando che l’82% delle aziende europee sarebbero interessante a integrare gli smart glass nella propria infrastruttura IT entro i prossimi tre anni.

Smart glass, i fattori che guidano il cambiamento

smart glass toshiba dyna edge

Lo studio si estende all’intera tecnologia wearable, che avrebbe le capacità di cambiare il modo di operare delle stesse aziende. ABI research ha infatti previsto che le consegne di dispositivi indossabili in ambito business raggiungeranno i 154 milioni a livello globale, entro il 2021. È evidente che proprio gli smart glass siano in prima linea, dal momento che le condizioni di mercato sono finalmente maturate.

Ma quali sono le forze che stanno guidando questo grande cambiamento?

Una di queste è sicuramente l’aumento del budget del settore IT. Secondo Toshiba, il 76% dei responsabili IT europei, quest’anno, ha a disposizione fondi maggiori; ne deriva un maggiore focus sull’aumento della produttività, divenuto ormai la priorità per il 54% dei decision maker, i quali puntano ad adottare soluzioni mobile più innovative.

Soluzioni che si rispecchiano negli smart glass, seguiti immediatamente dal 5G. Quest’ultimo è considerato uno dei driver che guiderà l’implementazione degli stessi smart glass in ambito enterprise – Ericsson ha infatti previsto un miliardo di abbonamenti al 5G entro il 2023. C’è poi una più ampia disponibilità di soluzioni smart glass basate su Windows 10, che faciliterebbe l’integrazione nelle infrastrutture IT già esistenti.

toshiba smart glass

Ce ne parlerà meglio Massimo Arioli, Head of B2B Sales&Marketing, Toshiba Personal & Client Solutions Company, Italy:

“I settori con un elevato numero di dipendenti che lavorano a contatto con il pubblico o sul campo sono destinati a beneficiare maggiormente delle opportunità offerte dagli smart glass, che permettono di migliorare le modalità di lavoro dei mobile worker. 

Attualmente produzione, logistica, manutenzione e sanità sono i settori che stanno aprendo la strada all’implementazione di questi device. L’Industry 4.0 ha sicuramente una forte influenza dal momento che le aziende sono alla ricerca di un’intelligence superiore grazie ai dispositivi IoT e alla quantità sempre maggiore di dati”.

In merito ai vantaggi offerti da queste tecnologie, Arioli ha poi aggiunto:

“Mentre le aziende cercano modi per abbracciare e gestire l’IoT, gli smart glass sono invece una tecnologia emergente, che può potenzialmente contribuire all’aumento della produttività in diversi ambienti business. Nonostante si debba ancora aspettare per vedere l’impatto che realmente avranno, le nuove soluzioni in questo settore stanno iniziando a diffondersi in ambito professionale ed è sicuramente un’area che i responsabili IT stanno controllando da vicino, così come il 5G e la realtà assistita in costante sviluppo”.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker