FeaturedProdottiSoluzioni

Vendosoft, perché conviene comprare software usato?

Arriva in Italia l'azienda tedesca che offre una soluzione innovativa per l'aggiornamento aziendale.

Qualche giorno fa è avvenuto il debutto ufficiale di Vendosoft sul mercato italiano. Si tratta di un’azienda di origine tedesca che offre soluzioni di compravendita di licenze software usate. Una possibilità introdotta recentemente nella legislazione europea, che ha offerto incredibili possibilità di ottimizzazione e risparmio a tante compagnie del Vecchio Continente. Proviamo a scoprire di più, partendo dalla domanda chiave: perché acquistare software usati?

Vendosoft, ovvero i vantaggi del software di seconda mano

vendosoft software usato

Ci sono strumenti software di cui nessuna compagnia, a prescindere dal proprio settore, può fare a meno. Pensiamo ad esempio ai programmi di elaborazione grafica o, ancora di più, la Suite Office praticamente indispensabile per qualsiasi ufficio, almeno nelle sue componenti principali. Tuttavia spesso le licenze professionali per questi strumenti costituiscono una spesa piuttosto rilevante. Come ridurne l’incidenza sul budget?

Una soluzione estremamente pratica è quella offerta da Vendosoft, ovvero optare per versioni usate dei diversi software. Si tratta di una pratica legale fin dal 2012 per decisione della Corte di Giustizia Europea che permette di risparmiare molto nella gestione degli strumenti IT aziendali.

Il risparmio deriva ovviamente da un costo minore (dal 30 al 70% in meno) delle licenze usate rispetto a quelle nuove. A differenza però dei prodotti fisici, un software di seconda mano non è concretamente differente da uno nuovo. Quindi in sostanza si può ottenere lo stesso strumento ma a un prezzo inferiore.

C’è però una seconda fonte di risparmio, meno ovvia alla prima impressione. La via delle licenze usate proposta da Vendosoft offre infatti la possibilità di avere accesso in maniera facilitata a versioni precedenti del software. Questo permette di evitare aggiornamenti hardware e formativi necessari per utilizzare le nuove funzionalità, spesso non indispensabili per l’azienda. Inoltre è una strada comoda per aggirare soluzioni cloud che non tutte le compagnie possono apprezzare.

Cosa si ottiene acquistando una licenza usata?

vendosoft software usato

L’idea di Vendosoft nasce in concomitanza con la sopracitata delibera della Corte di Giustizia Europea. Il suo fondatore Björn Orth ha un background solido nel campo dell’automotive, dove ha potuto apprezzare le grandi potenzialità offerte dal mercato dell’usato. Tuttavia, soprattutto in un campo innovativo e in continua evoluzione come questo, è bene fare molta attenzione.

Vendosoft infatti si prende tutte le cautele necessarie per assicurarsi che il passaggio della licenza avvenga in maniera più trasparente e funzionale possibile. L’azienda è infatti un Silver Microsoft Partner e i suoi consulenti sono certificati Microsoft Licensing Professional. Lo stesso vale per le licenze Adobe (altro grande gruppo di prodotti offerti da Vendosoft), di cui la compagnia è Certified Reseller.

Ma quindi, cosa si riceve all’acquisto di un software usato? Ovviamente il prodotto, con una installation key nuova e specifica per l’acquisto, insieme a tutti i diritti di utilizzo, proprio come se fosse nuovo. Oltre a questo, tutte le certificazioni burocratiche del passaggio di proprietà, compresa una conferma di disinstallazione dai terminali precedenti.

Ma soprattutto, Vendosoft offre una verifica del processo da parte di un revisore contabile. Si tratta di un aspetto molto importante perché permette di snellire e semplificare eventuali verifiche da parte della casa madre. Un controllo preventivo che certifica la legalità e la compliance di tutto il processo di compravendita, per sentirsi assolutamente al sicuro nell’acquisto.

Vendosoft e l’Italia

vendosoft software usato andrea migoni

Da dove nasce il desiderio di Vendosoft di espandersi nel mercato italiano? Fondamentalmente dal riscontro delle grandi possibilità offerte in questo ambito dal nostro Paese. Negli ultimi mesi infatti l’azienda ha iniziato a esplorare l’Italia come terreno di espansione, trovando un mercato ampiamente ricettivo.

Durante questi iniziali tentativi la compagnia ha stretto già oltre trenta rapporti commerciali, con decine di altri possibili in futuro. Tra questi, anche quello che attualmente è il contratto più significativo della storia dell’azienda, siglato proprio con un’impresa italiana. Per tutti questi motivi la compagnia ha in programma di aprire una sede nel nostro Paese molto presto.

Andrea Migoni, Microsoft Licensing Professional per l’Italia, ha commentato così il lancio ufficiale italiano: “L’elevata domanda ci ha fatto prendere atto della crescente richiesta di software economico in tutta Italia. Le ricerche di mercato confermano che non tutte le aziende italiane sfruttano le potenzialità di risparmio offerte da questo settore. Questo nonostante il commercio di software usato sia stato legittimato per tutti i Paesi dell’UE dalla Corte di giustizia europea già nel 2012. Percepiamo una forte disponibilità da parte delle aziende italiane ad aprirsi a questa alternativa a basso costo. Sono già una trentina i clienti attivi nel nostro Paese e il nostro obiettivo è raggiungere quota 100 entro i prossimi sei mesi“.

Per maggiori informazioni su Vendosoft e i prodotti che offre, vi invitiamo a visitare il loro sito ufficiale.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker