workday vibe central index

Un aiuto in più alle risorse umane per l’inclusività
Workday lancia nuove soluzioni per favorire iniziative a impatto sociale

2 min


Value Inclusion, Belonging, Equity. Questo il significato di VIBE, acronimo al centro di VIBE Central e VIBE Index, due nuove soluzioni lanciate da Workday. Un nuovo approccio che permetterà di aiutare i responsabili risorse umane a promuovere iniziative in materia di diversità. Un modo per migliorare i posti di lavoro e, di conseguenza, la società tutta.

Workday lancia VIBE Central e VIBE Index

Nell’ultimo periodo l’attenzione del pubblico è sempre più forte sui problemi di rappresentazione. Gli ultimi mesi hanno sottolineato quanto l’ingiustizia sociale sia ancora un problema grave e ci sia tanto da fare. Lavorare per ridurre le disuguaglianze sul posto di lavoro è un primo passo. Non si tratta però di un processo semplice e avere sottomano dei dati chiari favorisce il processo.

VIBE Central aiuta proprio in questo. Grazie a questo sistema è possibile centralizzare (appunto) tutti i dati sull’inclusione in Human Capital Management di Workday. Da qui è possibile analizzare e monitorare tutti i risultati, capendo dove intervenire. Si può notare ad esempio se i processi di assunzione e promozione sono inclusivi a sufficienza, valutare la composizione della leadership e addirittura tenere traccia di eventuali problemi che portano alle dimissioni.

Allo stesso modo può essere utile VIBE Index, che mostra il livello di inclusione di una compagnia, coprendo uno spettro di informazioni più ampio. La valutazione passa dall’intero ciclo di un dipendente, tenendo conto quindi di un panorama a tutto tondo. Il tutto tenendo conto di parametri incrociati e diversi, come l’etnia, il genere e l’orientamento sessuale. Da questo si può vedere chiaramente se e come le pari opportunità sono espresse all’interno della compagnia.

Carin Taylor, Chief Diversity Officer per Workday, ha commentato così:

I responsabili della diversità hanno il gravoso compito di costruire e promuovere un ambiente inclusivo e improntato alla diversità, ma per essere efficaci hanno bisogno di informazioni più complete rispetto a quelle offerte dai prodotti attualmente in commercio. Le tecnologie basate sui dati sono fondamentali per misurare e tracciare i dati su appartenenza, equità, diversità e inclusione, per contribuire a comprendere meglio e migliorare le esperienze di tutte le categorie demografiche. Soluzioni innovative come VIBE Central e VIBE Index contribuiranno al successo che ci proponiamo di raggiungere nel nostro progetto di dare vita a un ambiente di lavoro più equo“.

Josh Bersin, Global Industry Analist, ha aggiunto:

La diversità è un argomento complesso che ingloba molte dimensioni, dall’individualità all’identità delle persone. La disponibilità di dati incrociati è preziosissima per misurare la diversità e migliorare l’inclusione di molte categorie di persone. Le nuove soluzioni di Workday aiuteranno le società a individuare all’interno della forza lavoro nuovi gruppi che necessitano attenzione e forniranno informazioni estremamente utili per potenziare gli sforzi in ambito di inclusione e diversità“.

Chiude infine Pete Schlampp, Executive Vice President Product Development per Workday:

VIBE Index colma un vuoto significativo che esisteva nel mondo delle soluzioni mirate all’appartenenza e la diversità, proponendo una base dati approfondita e informazioni ricavate da analisi che permettono di disporre di un livello interamente nuovo di dati specifici. Disponendo di dati in tempo reale su una serie di elementi demografici relativi alla diversità e di funzionalità uniche per misurare i risultati ottenuti incrociando i dati, i nostri clienti avranno più strumenti per utilizzare i dati in modo mirato e potranno monitorare più facilmente lo stato di avanzamento dei loro piani e, in ultima analisi, realizzare gli obiettivi che si sono proposti in materia di appartenenza e diversità“.

VIBE Central è già disponibile su Workday HCM, mentre VIBE Index sarà integrato in Prism Analytics a partire dal primo trimestre 2021.


Team di redazione

L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.









 




 

Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link