fbpx
NewsScenario

Aruba: un data center modello nell’abbattimento delle emissioni di CO2

Il Global Cloud Data Center della società è un ottimo modello per abbattere le emissioni

Aruba energie rinnovabili

Abbattere le emissioni di CO2? A fornire un valido modello è il Global Cloud Data Center di Aruba, il data center campus più grande d’Italia, che utilizza energia completamente rinnovabile e con certificazione di Garanzia di Origine (GO).

Il Global Cloud Data Center di Aruba

La continua crescita del consumo energetico ha portato le aziende a fare nuove scelte progettuali, che siano efficaci in termini di sostenibilità e impatto ambientale.

Ad avere sicuramente un ruolo centrale in questa politica di utilizzo corretto dell’energia e tentativo di sfruttare al meglio le energie rinnovabili sono i Data Center che, per essere effettivamente ad impatto zero, devono essere costruite fin dall’inizio pensando al possibile impatto sul consumo energetico.

A fare da modello come data center “green” è il Global Cloud Data Center di Aruba, data center campus più grande d’Italia vicino Milano.

Quest’ultimo infatti, oltre a utilizzare energia rinnovabile con certificazione di Garanzia di Origine (GO), sfrutta anche quella che l’edificio stesso autoproduce: il data center si avvale di una centrale idroelettrica di proprietà che si trova all’interno del campus tecnologico e di numerosi pannelli fotovoltaici!

Rendere i data center “green”

Visto l’esempio del Global Cloud Data Center di Aruba, viene spontaneo chiedersi: come rendere un data center effettivamente “green”?

Il primo passo sta nella progettazione stessa della struttura, che deve essere realizzata con struttura e metodi avanzati, attenti all’autoproduzione e alle fonti rinnovabili.

Altrettanto necessari sono anche il desiderio di evitare sprechi anche nei trasporti, scegliendo delle fonti vicine al luogo in cui si usa l’energia, e di auto-produrre una parte di quella utilizzata!

Siete fiduciosi nelle potenzialità delle fonti di energia rinnovabili? Credete che queste ultime possano effettivamente rappresentare un ottimo futuro non solo per le aziende?

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker