News

Cyber Security: ecco i cinque errori più frequenti e i consigli per evitarli

cyber security

I cyber attacchi rivolti alle aziende rappresentano spesso una vera e propria minaccia per queste ultime, perché possono portare a perdite sia in termini economici sia di dati. Molto spesso a favorire questi attacchi, minacciando la cyber security di società e dispositivi aziendali, sono alcuni errori commessi dai dipendenti stessi.

Per evitare di incappare proprio in queste problematiche la startup Ermes Cyber Security ha voluto stilare una lista di quelle più frequenti, unite ad alcuni consigli su come evitarle.

I cinque errori più comuni che minacciano la cyber security

Per evitare i rischi riguardanti la cyber security le aziende hanno cominciato ad investire negli strumenti per garantire una maggiore sicurezza informatica. Nonostante questo interesse, però, ci si dimentica spesso di proteggere i dispositivi sfruttati dai dipendenti che, soprattutto all’esterno del perimetro aziendale, sono quelli più soggetti ad attacchi.

cyber security

 

A favorire questi ultimi sono soprattutto alcuni comportamenti, all’apparenza innocui, tenuti proprio dai lavoratori. Ecco, quindi, una lista delle cinque “disattenzioni” più rischiose, ma anche evitabili:

  • Utilizzo di password non protette o sfruttate anche per la vita privata: l’attività degli hacker è spesso favorita proprio dall’utilizzo di password deboli, o identiche a quelle già associate a servizi di e-commerce o social network. Ottenendo una sola chiave d’accesso con un attacco, infatti, l’invasore diventa in grado di accedere a più account, che può puoi sfruttare a suo vantaggio;
  • Uso di sistemi di protezione non adeguati: ad essere esposte ad attacchi da parte di possibili hacker sono molte parti dei dispositivi sfruttati anche a livello aziendale. Per proteggerle tutte, spesso, non è sufficiente il singolo antivirus, ma è necessario affiancare le sue funzioni ad altri sistemi di protezione;
  • Visitare siti di origine non sicura: il modo più semplice e intuitivo per garantire una maggiore cyber security è proprio quelli di evitare di cadere in alcune trappole tipiche di siti pornografici o promettenti grandi guadagni immediati. Meglio quindi non consultarli con i dispositivi utilizzati per lavoro;
  • Software pirata su dispositivi aziendali? Meglio evitare: scaricare alcuni tipi di software può rappresentare un vero e proprio rischio per la cyber security. In molti programmi è infatti presente una parte dannosa, che potrebbe facilmente infettare il dispositivo interessato;
  • Utilizzare chiavi usb non cifrate per trasferire dati: per trasportare dati sensibili occorre sfruttare i giusti strumenti, in modo tale da garantire una maggiore sicurezza.

La piattaforma di Ermes Cyber Security

cyber security

A fornire uno strumento aggiuntivo per garantire una maggiore cyber security è stata proprio Ermes Cyber Security.

Quest’ultima è infatti una startup nata come spin-off del Politecnico di Torino che ha sviluppato Ermes Internet Shield, una piattaforma capace di identificare i Web tracker e proteggere ogni dispositivo da essi.

Cosa pensate della lista di consigli? Credete che l’unione di quest’ultima con la piattaforma di Ermes Cyber Security possa rappresentare un grande passo avanti per la sicurezza informatica?

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Altro dall'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker